Due Peugeot molto particolari alla partenza della London To Brighton 2017

Sono una Peugeot Type 54 del 1903 ed una Type 3 del 1893 le due francesi più particolari che viaggeranno verso la costa dell'Inghilterra

da , il

    Due Peugeot molto particolari alla partenza della London To Brighton 2017

    Come ogni anno anche la London to Brighton Veteran Car Run 2017 si appresta a prendere il via il prossimo 5 novembre. Questa competizione mette in campo – ed avanti agli occhi di tutti gli increduli spettatori e tifosi – quelle che sono vetture di un’epoca nella quale, con tutta probabilità, noi che scriviamo e voi che leggete non eravamo ancora nati.

    In questa edizione del 2017 ci sarà anche una folta rappresentanza di veicoli Peugeot pronti ad essere schierati al cancello di partenza, tra i quali possimo citare su tutte una Peugeot Type 54 del 1903, guidata direttamente da Thierry Peugeot, ed una Peugeot Type 3 immatricolata in Italia nel 1893, guidata invece dal Conte Alessandro Rossi di Schio. Ci sarà da emozionarsi al sentir rombare motori che hanno cominciato a muovere un’epoca.

    Sostanzialmente la London to Brighton Veteran Car Run 2017 vuole celebrare la Emancipation Run del 14 novembre 1896, che segnò il passaggio dalla “Law of the Locomotives” al “Highway Act”. Si diede inizio ad una nuova epoca, quelle delle automobili per utilizzo personale, che oggi ben conosciamo (ma anzi, puntiamo a perderne la proprietà vera con l’utilizzo del car sharing).

    Al via ci saranno circa 30 vetture francesi brandizzate Peugeot, prodotte entro il 1905 ed ancora funzionanti. Tra queste sono però stati individuati due modelli particolari che potrebbero fare incredibilmente scalpore. La prima è una Peugeot Type 54 del 1903, guidata da Thierry Peugeot, membro della settima generazione della famiglia di industriali Peugeot. Ad affiancare la Type 54 ci penserà poi anche una Type 3 che fu immatricolata nel 1893 in Italia: il motore di questo modello è stato “resuscitato” dopo un secolo di inattività e sarà guidata dal Conte Alessandro Rossi di Schio, che sfoggerà il numero 1 come numero di gara ed avrà il primato di guidare l’auto più datata di tutta la competizione.