Lotus: allo studio una city car elettrica

E così, dopo aver visto il guizzo dell’Aston Martin che si è cimentata con una propria city car, siamo testimoni di un altro tentativo che potrebbe anche andare a buon fine rappresentato dalla Lotus che si orienta anch’essa su una city car per lo più elettrica

da , il

    Lotus: allo studio una city car elettrica

    Il mondo dell?auto sembra aver dimenticato carburanti come benzina e gasolio orientandosi sempre di più verso sistemi alternativi a partire dal gas, per finire con l?elettricità, quest?ultima, in attesa dell?idrogeno sembra la strada più percorribile.

    E così, dopo aver visto il guizzo dell?Aston Martin che si è cimentata con una propria city car, siamo testimoni di un altro tentativo che potrebbe anche andare a buon fine rappresentato dalla Lotus che si orienta anch?essa su una city car per lo più elettrica.

    Fa impressione vedere due Case automobilistiche, ieri l?Aston Martin oggi la Lotus cimentarsi in un terreno non loro, ovvero quello delle city car e per di più elettriche segno che prima di tutte a credere sullo sviluppo di questo particolare segmento saranno proprio i grandi marchi. La Lotus elettrica avrà le dimensioni di una Smart Fortwo con motore elettrico in grado di erogare una potenza di 50 cavalli alimentato da batteria agli ioni di litio posizionata in posizione comoda e priva di ingombri in grado di ricaricarsi in tre ore e mezzo con un?autonomia di marcia di 50 chilometri e una velocità massima di 105 km/h.

    La particolare vettura sarà in grado di ospitare 4 persone, sarà opportunamente leggera grazie ai costituenti che entrano in auto, fibra di carbonio e alluminio innanzitutto. Un?auto attesa con grande curiosità dunque che dovrebbe aprire come una breccia un segmento tanto dibattuto come quello delle utilitarie ad emissioni inquinanti pari allo zero.