Lotus APX,ricaricarla…. questione di minuti

da , il

    Lotus APX si carica in un battibaleno

    Si chiama APX la concept car della Lotus che è stata presentata in questi giorni alla riunione che ha visto partecipare i più importanti commercianti e importatori automobilistici del Nord America.

    Il punto di riferimento, o meglio, l?auto cui dovrà contrastare il mercato sarà la Tesla Roadester, destinata, anch?essa, ad una presenza massiccia nel mercato statunitense. La APX sarà un?auto dal basso peso complessivo, in considerazione della sua struttura in alluminio, ma la vera rivoluzione di questa concept sarà rappresentata dal propulsore elettrico che coniuga diverse moderne caratteristiche come ci stanno abituando ultimamente i fabbricanti di auto che adottano questo genere di propulsione, ma una in particolare; i tempi di ricarica che in questa vettura saranno contratti al massimo, appena 10 minuti per una ricarica completa.

    Ciò è stato possibile realizzarlo con la progettazione di nuovi e più sofisticati accumulatori, impensabili fino a qualche anno fa, ma questo particolare, per nulla trascurabile, potrebbe davvero fare la differenza, poiché, fin?adesso, il grosso limite nell?utilizzo di quest?auto era proprio rappresentato dalla bassa autonomia e dai tempi, interminabili, di ricarica delle batterie, dalle sei alle 10 ore.

    La APX, forte di questi progressi dell?ingegneria meccanica, sarà in grado di prestazioni fino ad ieri inimmaginabili; una velocità massima superiore a 270 km orari, una grande capacità di carico per il ridotto ingombro delle nuove batterie, un design identico ai più moderni e sofisticati modelli con propulsori tradizionali.

    Non è stata ancora fissata la data ufficiale di presentazione di quest?auto alla stampa, quanto prima verranno decisi anche i Saloni in cui la APX verrà svelata in anteprima.