Lotus modifica la Venza per il futuro

La Lotus decide di portare avanti uno studio per allegerire le vetture e contribuire così al risparmio energetico

da , il

    Lotus Venza

    Le fabbriche di auto lavorano per il mercato del futuro. Tenendo presente che la propulsione elettrica diventa il punto di riferimento, altra idea accoppiata a questa, per migliorare le prestazioni, è quella di ridurre il peso delle automobili, senza aumentare i costi: per un’ipotetica crossover del 2020, la divisione di ricerca e sviluppo del marchio inglese Lotus ha previsto una diminuzione del 38% della massa del veicolo (motore escluso) a fronte di un aumento di costo molto contenuto, il 3%. Secondo il dipartimento dell’Energia americano, una riduzione della massa totale del veicolo del 33% porta a una riduzione dei consumi del 23%.

    Il modello su cui si sta lavorando è la Toyota Venza, auto dedicata al mercato americano. Si tratta di una crossover a cinque posti, lunga 4,80 m e che pesa da un minimo di 1.700 kg ad un massimo di 1.830 kg, a seconda che abbia trazione posteriore e motore quattro cilindri o trazione integrale e V6.

    Materiali - Le riduzioni di peso più importanti si sono ottenute su scocca, paraurti, vetri, interni e sospensioni. La scocca, per esempio, passa da 382 kg a 221 kg, grazie all’adozione di materiali leggeri: l’attuale Venza ha la carrozzeria tutta d’acciaio, mentre quella del 2020 sarebbe al 37% d’alluminio, al 30% di magnesio, al 21% di compositi e al 7% di acciaio ad alta resistenza.

    Costruzione - Per contenere i costi, il corpo della vettura passa da 400 a 200 pezzi circa, la maggior parte dei quali saldati con nuovi processi a bassa energia. Con questi accorgimenti, si ottiene una riduzione della massa del 42% a fronte di un aumento dei costi notevole (35%), compensato però dal risparmio su altri componenti. Le sospensioni, per esempio, possono essere decisamente ridimensionate, con risparmi economici che ci aggirano sul 5%.

    Lotus - Grazie ad accorgimenti di questo genere, presentati anche con altri modelli da Lotus Auto recentemente, dunque, nel giro di pochi anni si potrebbero ottenere auto notevolmente meno inquinanti. Con la sostituzioni delle motorizzazioni, come quelle elettriche, il risultato potrebbe essere sorprendente. “I Veicoli più leggeri sono più puliti e più efficienti. Questo è sempre stato il principio della filosofia Lotus e ora è più importante che mai.” ha detto Robert Hentschel, direttore di Lotus Engineering. ” C’è da credergli!