Salone di Parigi 2016

Magneti Marelli, fabbrica di cambi in Cina

Magneti Marelli, fabbrica di cambi in Cina

La Magneti Marelli lo scorso anno ha siglato un accordo con la cinese SAGW, per la creazione di cambi motore per automobili

da in Accessori auto, Meccanica automobilistica, Mondo auto, ricambi-auto
Ultimo aggiornamento:

    Marelli

    Magneti Marelli segue i destini di altre centinaia di aziende italiane e investe in Cina. Nei giorni scorsi è stato inaugurato, nel distretto industriale automobilistico di Jiading, a Shanghai, il nuovo stabilimento produttivo nato dalla joint-venture siglata nel gennaio 2009 fra Magneti Marelli e Shanghai Automobile Gear Works (SAGW), costruttore cinese di cambi per auto. Il nome è quello di SAIC Magneti Marelli Powertrain e la joint venture produrrà componenti idraulici per il cambio robotizzato denominato Free choice, oppure anche Automated Manual Transmission, da parte di Magneti Marelli.

    Nello specifico, la struttura di Jiading realizzerà componenti idraulici per circa 300.000 cambi all’anno. Il centro industriale è stato costruito su una superficie di 10.500 metri quadrati e nello stabilimento lavoreranno, a regime, oltre 450 dipendenti.

    Il centro, al suo interno, si avvarrà anche di un centro di Ricerca e Sviluppo. Il Free choice è un meccanismo del cambio manuale, con un tipo di automazione elettro-idraulica, gestito da un sistema di controllo elettronico, che garantisce comfort di utilizzo, riduzione di consumi e conseguente diminuzione delle emissioni nocive per l’uomo.

    In Cina prevedono che l’utilizzo dei cambi automatici (classici, Cvt, Dual-clutch e Amt) potrà raggiungere, nel 2015, una quota di mercato di circa il 33% (fonte Global Insight). In particolare, è stimato che entro il 2012 la richiesta di cambi Amt arrivi a toccare quota 250.000 unità, per il segmento B, mentre per quello C, si arriverà a circa 46.000 unità.

    “Con l’apertura di questo nuovo stabilimento, ha dichiarato Eugenio Razelli, Ceo di Magneti Marelli, concretizziamo l’accordo di JV firmato un anno fa e ci leghiamo con un’azienda di eccellenza, in Cina, come SAIC. Questa unione si traduce in un’iniziativa industriale che consente di soddisfare, in loco, la domanda crescente per la soluzione del cambio robotizzato Amt Free choice, che risponde alle sfide connesse alla sostenibilità ambientale e all’affordable mobility”.

    364

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Accessori autoMeccanica automobilisticaMondo autoricambi-auto Ultimo aggiornamento: Domenica 05/07/2015 10:20

    Salone di Parigi 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI