Mahindra: in vista l’acquisizione della Jeep

Mahindra: in vista l’acquisizione della Jeep

Mahindra: in vista l'acquisizione della Jeep

da in Fuoristrada e SUV, Mahindra
Ultimo aggiornamento:

    Mahindra starebbe acquisendo Jeep, nella foto una Wrangler, da Chrysler

    India alla riscossa e se il grande Continente asiatico s’è già reso protagonista di un fortissimo sviluppo in ambito economico, l’abbiamo visto con Tata che prima realizza l’auto low cost in grado di motorizzare un numero enorme di indiani, poi si appresta ad acquisire, dal Gruppo Ford, due icone storiche dell’automobilismo, Jaguar e Land Rover, adesso tocca alla Mahindra, pronta a proporsi sul mercato con un’altra storica acquisizione.

    C’è da premettere che Mahindra, leader nella fabbricazione di fuoristrada nel mondo, era papabile acquirente dei due marchi, quasi sicuramente spettati a Tata e che, forse per consolarsi per non riuscita impresa, sta dedicandosi ad un’altra acquisizione, rilevare in toto la Jeep, appartenente al Gruppo Chrysler.
    A ravvedere questa necessita di vendita, la stessa proprietà del marchio Jeep che non verserebbe in condizioni molto floride, tutt’altro e che, pur di non scivolare anch’essa verso il dissesto finanziario, come avvenuto ad altri grandi Gruppi automobilistici, sarebbe disposta a disfarsi di uno dei suoi gioielli di famiglia, appunto la Jeep, una storica azienda con alle spalle una storia nell’ambito dei fuoristrada puri, almeno nelle sue prime fasi, abbastanza recente, se si pensa che la Jeep non esiste neanche da settant’anni.

    L’eventuale acquisizione del marchio da parte di Mahindra segue una prima strategia messa in moto da Chrysler intenzionata anche a diversificare le proprie vendite invadendo mercati diversi come quello indiano e, proprio in quel Continente, vorrebbe trasferire parte della produzione per realizzare, in loco, proprio un fuoristrada simil low cost.

    Ma la cosa potrebbe avere scenari del tutto nuovi ed in quest’ottica si spiegherebbero i piani di acquisizione della Casa americana da parte dell’indiana; tale piani sarebbero agevolati dal fatto che, indipendentemente dalle decisioni o meno di produrre in India un fuoristrada “targato” Chrysler, la Mahindra sarebbe già intenzionata di suo a fabbricare e commercializzare, presumibilmente entro il 2010, un piccolo Suv con motore turbodiesel a prezzi bassi, da accoppiare a Ingenio, un suv che ha visto la luce quest’anno, completando il tutto con un altro Sport Utility che monterebbe un motore diesel-ibrido.

    Tutte queste vetture sarebbero caratterizzate da prezzi popolari e, di fronte a tali scenari, la vita della Chrysler e della sua Jeep potrebbe essere così irta di ostacoli che, tanto varrebbe, cedere l’intera azienda a chi, ricavando utili, promette faville e uno sviluppo verso l’alto della stessa Jeep, assicurando quella liquidità al venditore necessaria per non farlo dissestare, finanziariamente, del tutto.

    464

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Fuoristrada e SUVMahindra
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI