Maltempo in Italia: circolazione in tilt nel nord-ovest e al Sud

Maltempo in Italia: circolazione in tilt nel nord-ovest e al Sud

In queste ore il traffico è in tilt nella parte nord-occidentale dell'Italia e al Sud per via del maltempo

da in Anas, Consigli e Guide
Ultimo aggiornamento:

    traffico in tilt

    Parliamo del maltempo al nord Italia. In questi giorni nel nostro Paese il meteo non è certo dei migliori tra quelli visti nelle stagioni autunnali degli ultimi anni. tra i più recenti episodi che hanno mandato in tilt il traffico cittadino e non, ricordiamo le vicende avvenute specialmente a Genova.
    Spostandoci invece alla situazione odierna la Toscana sta avendo forti disagi nelle zone di Massa-Carrara per via dell’esondazione del Carrione, un breve corso d’acqua della Toscana lungo circa 20 chilometri che nasce dalle Alpi Apuane e sfocia in Liguria. Ecco quindi che se in un primo momento l’allerta ha riguardato parte della Toscana, nel corso delle ore si è espansa ancora una volta nella Liguria.

    Quella del fiume Carrione è tra le più caratteristiche di queste ore per quanto riguarda gli episodi che conseguono disagi notevoli al traffico. Vi riportiamo ora, suddivise per regione, tutte le altre problematiche in corso in Italia con questo maltempo.

    Iniziamo dalla Valle d’Aosta dove da diverse ore sta nevicando sulla strada statale 26 tra il chilometro 150 ed il chilometro 156, presso il Colle del Piccolo San Bernardo. Sono già operativi sin dai primi sprazzi di neve tutti i mezzi spazzaneve dell’Anas.

    In Piemonte la situazione riguarda allagamenti di media entità per via delle abbondanti piogge. Si segnala infatti un’esondazione sulla strada statale 34 ‘del lago Maggiore’ nei pressi Cannobio nella provincia di Verbania Cusio Ossola.

    Dalle ore 12:45 è stata riaperta la strada statale 21 “della Maddalena” liddove un mezzo pesante si era intraversato tra Argentera ed il confine di Stato in provincia di Cuneo; il mezzo è stato rimosso dai Vigili del Fuoco e l’ausilio dell’Anas.
    Date le condizioni meteorologiche di queste ore le Autorità francesi hanno disposto l’obbligo di chiusura della RD900 per i mezzi con rimorchio o semi-rimorchio di massa superiore a 19 tonnellate; così come accade per la RD 1006 in entrambe le direzioni e qui l’obbligo si estende a tutte le categorie di veicoli.

    Per quanto riguarda la parte Tosco-Ligure che già abbiamo accennato in apertura la situazione critica riguarda anche la strada statale 1 “Via Aurelia” che dalle ore 11:00 è stata riaperta in entrambi i sensi di marcia dopo l’avvenuta esondazione del torrente “Parmignola”. La strada statale 63 “del valico del Cerreto” in Toscana è invece al momento chiusa nel comune di Fivizzano in provincia di Massa Carrara in entrambe le direzioni per via di una frana al chilometro 20,450, mentre si transita a senso unico alternato a causa di uno smottamento all’altezza del chilometro 18,900.

    Spostiamoci ora al Sud dove in Campania la strada statale 163 “Amalfitana” è al momento chiusa al chilometro 26,500 nei pressi di Amalfi (Salerno) a causa di una caduta di massi. Il traffico è quindi stato spostato sulla ex strada statale 366 “Agerolina”.

    Ultimi episodi degni di nota quelli in Sicilia. Qui la strada 114 “Orientale Sicula” nel tratto tra Aci Castello e San Giovanni Bosco (provincia di Catania) è al momento chiusa per via di alberi presenti sulla carreggiata in direzione nord.

    519

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnasConsigli e Guide
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI