Motor Show Bologna 2016

Maserati, auto con etichetta elettronica

Maserati, auto con etichetta elettronica

La Maserati vuole etichettare ogni vettura che esce dalla sua fabbrica

da in Carrozzeria-Auto, Curiosità Auto, Maserati, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    circuito

    Maserati ha sviluppato un progetto per localizzare la propria vettura, in qualsiasi momento. Le ragioni sono molteplici: dalla dimenticanza del cliente, che perde la propria auto all’interno di un parcheggio, fino al furto della propria Maserati, auto di lusso e, perciò, sempre nell’occhio del ciclone dei ladri. Ma anche lo smarrimento ad opera di trasportatori male organizzati, che dimenticano le vetture Maserati su questa o quella bisarca.

    Per non parlare, poi, dell’esigenza di dovere seguire, in tempo reale, il viaggio verso la destinazione finale. La casa d’auto italiana, dunque, pensa ad un progetto per localizzare, sia indoor sia outdoor, le proprie auto, dal momento in cui escono dalla fabbrica. Si tratta di etichette elettroniche, chiamate RFid, acronimo di Radio Frequency Identification, che sfruttano delle onde radio per seguire l’auto, passo dopo passo.


    La localizzazione, in tempo reale, si chiama RTLS, Real-Time Locating System, utilizzando le RFid e la rete wireless aziendale, per consentire l’individuazione di qualunque oggetto munito, appunto, di apposita etichetta elettronica. Le vetture che escono dalla fabbrica di Modena, inoltre, hanno le stesse etichette ed utilizzano il GPS per comunicare con un server centrale.

    Tutte le informazioni, in aggiunta, sono messe a disposizione di un operatore che utilizza le API di GoogleMap, per mostrare il percorso. Come dire che, grazie alla tecnologia RFid, ogni Maserati non può essere confusa o smarrita lungo la strada. Anche perché, il valore delle auto col marchio del Tridente è molto elevato.

    307

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Carrozzeria-AutoCuriosità AutoMaseratiMondo auto

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI