Maserati GranCabrio al Columbus Day di New York

Maserati presente alle celebrazioni del Columbus Day a New York con nove dei suoi modelli

da , il

    Maserati Columbus Day

    Il Columbus Day di New York è una delle celebrazioni di più forte impatto per quanto riguarda i rapporti tra USA e Italia. Gli americani di oggi festeggiano intensamente la scoperta del Nuovo Mondo da parte del navigatore italiano Cristoforo Colombo, che ha aperto la strada per la colonizzazione che nella seconda metà dello scorso millennio ha poi portato alla nascita dei moderni Stati Uniti. Tralasciando l’opinione che di questa festività possono avere i nativi americani, c’è da ricordare che alla parata hanno preso parte nove auto Maserati, in rappresentanza del Made in Italy motoristico.

    La carovana è stata aperta da cinque esemplari della nuova Maserati GranCabrio, applaudita e ammirata lungo Fifth Avenue a Manhattan da migliaia di persone attratte e affascinate dall’eleganza e dal lusso di questa vettura scoperta prodotta dalla casa del Tridente.

    Alle spalle delle GranCabrio, ecco quattro modelli tra i più significativi della storia del marchio: la Maserati V4 a 16 cilindri che nel 1929 stabilì il record del mondo sui 10 km lanciati, nella versione elaborata da Zagato nel 1931; la Maserati A6G54 Frua del 1955 appartenuta a Domenico Modugno e vincitrice del concorso d’eleganza di Villa d’Este nel 2003; la Maserati 300S che nel 1956 trionfò al Gran Premio del Venezuela pilotata da Stirling Moss; e la Maserati Ghibli SS Spyder del 1970 guidata dalla giornalista della C-NBC Maria Bartiromo.

    Un vero e proprio tributo alle auto italiane, da sempre sinonimo di eleganza, lusso e prestazioni fuori dal comune, che proprio negli Stati Uniti trovano uno dei mercati più entusiasti.