Maybach: lo storico marchio è a rischio d’estinzione

Maybach: lo storico marchio è a rischio d’estinzione

Al prossimo Salone di Pechino, in programma per la fine di aprile 2010, vederemo il restyling della Maybach; un leggero aggiornamento che non riuscirà ad allontanare le ombre lunghe della crisi economica che potrebbe decretare la fine della produzione delle lussuose ammiraglie

da in Maybach, Salone di Pechino 2016
Ultimo aggiornamento:

    Una drastica decisione potrebbe essere presa da Daimler riguardo le sorti del luxury brand Maybach, dopo 8 anni di attività potrebbe infatti cessare in maniera definitiva la produzione delle lussuose ammiraglie. Le motivazioni sono ovviamente di ordine economico, già dal 2007 i bilanci del marchio non registrano segni positivi e la palpabile recessione economica degli ultimi due anni sembra avere segnato il destino di questo lussuosissimo marchio. Nonostante queste funeste notizie al prossimo Salone di Pechino, dal 25 aprile al 2 maggio prossimi, verrà proposto un leggero remake della Maybach.

    La Maybach che vedremo a Pechino beneficerà di alcuni aggiornamenti stilistici rispetto al modello attuale; verranno integrare le luci diurne LED, mostrerà una griglia frontale ridisegnata, così come i paraurti e il profilo del cofano. Nessun aggiornamento riguarderà i motori di questi transatlantici su ruote.

    In attesa di sapere quando e se verrà posta la parola fine al capitolo della moderna Maybach, riteniamo interessante ricordare le vicende storiche di questo elitario marchio.

    Le origini del marchio Maybach risalgono ai primi del 900, fu fondata infatti dal papà dei dirigibili il Conte Zeppelin e da Karl Maybach per la produzione dei motori degli aerostati; alla fine della grande guerra venne impedito alla Germania di produrre aerei e dirigibili, la Maybach iniziò a produrre automobili di lusso.


    Durante la seconda guerra mondiale l’azienda venne riconvertita per la costruzione di motori per i carri armati tedeschi. Ma la pesante recessione post bellica paralizzò permanentemente le linee di produzione Maybach che finì per essere acquistata, negli anni 60, dal gruppo Daimler-Benz.

    Questo storico marchio venne ripescato nel 2002 quando il gruppo tedesco lancio sul mercato le prime Maybach moderne; automobili imponente e contraddistinte da opulenza e lusso sfrenato, divenute immediatamente simboli di estrema ricchezza. Non a caso il mercato di riferimento del marchio sono sempre state le capitali mediorientali del petrolio.

    346

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MaybachSalone di Pechino 2016
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI