Mazda al Salone di Tokyo 2017 con Kai Concept e Vision Coupé [FOTO]

Prodotto e stile del futuro sintetizzati da due anteprime mondiali. Si nasconde la nuova Mazda 3 sotto la berlina compatta 5 porte con motore SPCCI

da , il

    Mazda al Salone di Tokyo 2017 presenta due importanti novità rivolte al futuro. Due concept che guardano a un prodotto di serie non troppo distante e, il secondo, una visione di stile su un orizzonte più distante. Sotto i riflettori finisce anzitutto la berlina compatta cinque porte destinata a essere la futura generazione di Mazda 3, Mazda Kai Concept. Linee ancor più sportive dell’attuale serie, un posteriore meno spigoloso, fari anteriori più sottili, senza perdere i giochi di scalfature e nervature sul cofano motore.

    Sempre cinque porte, a Tokyo verrà presentata sulla nuova piattaforma SkyActiv-Vehicle Architecture e proporrà il motore benzina SkyActiv-X, il primo di serie al mondo a utilizzare il sistema di accensione mediante compressione e ribattezzato SPCCI. Potrebbe esprimere circa 190 cavalli il 2 litri sovralimentato con volumetrico e debuttare sul mercato proprio con la prossima Mazda 3 di nuova generazione.

    Il design prosegue l’evoluzione degli stilemi Kodo, al posteriore si registrano le differenze più marcate, a partire da gruppi ottici più piccoli e affusolati, superfici piene e morbide, maniglie delle porte a filo con la carrozzeria e un lunotto molto inclinato in avanti. Un concept decisamente interessante, che nasce sulla piattaforma SkyActiv-Vehicle Architecture, evoluta per offrire maggior comfort e dinamismo, con un nuovo posizionamento dei sedili, strutturati per garantire una postura migliore abbinati a un comfort di marcia che passa da valori di NVH (Noise Vibrations and Harshness) del telaio incrementati. L’anteriore della Mazda Kai Concept estremizza l’integrazione tra fari e calandra, su superfici molto scavate. All’interno, un abitacolo improntato all’essenziale, con due linee definite, il tunnel a sviluppo longitudinale e una plancia su due livelli, orizzontale e sospesa.

    Mazda, un concept di design per gli stilemi del futuro

    Mazda Vision Coupe Concept (1)

    Impronta ripresa sulla seconda novità in anteprima a Tokyo, Mazda Vision Coupé, concept di stile, una grande coupé quattro porte che prefigura la direzione del Kodo Design nei prossimi anni. Diversamente dal concept di prodotto si notano molte più nervature, tratti tesi. Le proporzioni del concept sembrano avvicinare il segmento di Mazda 6 e la coda quasi tronca, con richiami alla MX-5, specialmente nei fari e nell’incavo a tutta larghezza: porta un tocco di originalità che richiama il passato. Maniglie del tutto assenti, specchietti sostituiti da telecamere, linee tese e ampie dal frontale posteriore. Così la futura identità Mazda. Dicevamo degli interni, di come seguano il minimalismo della Kai Concept, ancor più evidente dall’assenza totale di comandi secondari sul tunnel o in plancia. Quest’ultima nasconde davanti al guidatore un secondo schermo dell’infotainment, oltre quello accostato alla palpebra della strumentazione. I materiali sono di gran pregio, tra pelle, legno e metallo. Quattro porte e quattro posti, è nella vista dall’alto, attraverso le ampie vetrature del tetto, che si apprezza al meglio la linea longitudinale che percorre.

    Stando al presente, Tokyo rappresenterà l’uscita del suv Mazda CX-8, un sette posti con nuovo motore 2.2 SkyActiv-D, in vendita in Giappone dal mese di dicembre e la versione Red Top di Mazda MX-5, caratterizzata dal tetto coloro rosso ciliegio scuro e interni rivestiti in pelle Nappa.