Mazzanti Evantra: motore V8 da 701 cavalli per la supercar italiana [FOTO]

Mazzanti Evantra, ovvero, l'altra strada di costruire supercar all'italiana

da , il

    Arriva un’altra proposta nel segmento delle supercar e ancora una volta questa proposta parla italiano. Si tratta della Mazzanti Evantra, questo il nome scelto per un’estrema che vanta una motorizzazione V8 con una potenza da ben 701 cavalli. Non sarà però prodotta come una Ferrari o una Lamborghini per esempio, con determinati colori ed equipaggiamenti ma il cliente potrà personalizzarsela come meglio crede e rendere la propria Evantra unica al mondo.

    La realizzazione avviene artigianalmente in territorio italiano e i tempi di attesa sono ben lunghi. La sua presentazione ufficiale, inoltre, è avvenuta in occasione della Top Marques in quel di Monaco.

    Un Made in Italy estremo!

    Questa supercar è frutto di un progetto puramente italiano che voleva far nascere una vettura prettamente unica, 100% italiana e tanto esclusiva quanto competitiva una volta scesa in pista con le proprie dirette concorrenti. Il design è accattivante quanto basta per aggiudicarsi anche un buon risultato nel test di aerodinamica effettuato nella galleria del vento; linee fluide, “muscolose”, e piene di prese d’aria nel frontale e nelle fiancate per una verve ancora più sportiva e pistaiola. Anche in questo caso, proprio del design, la carrozzeria nasce dopo lunghi ed attenti studi al computer in materia di aerodinamica che permette eccellenti prestazioni anche a bassi consumi. Il risultato dopo tutti questi anni di interessi e studi? Un’auto stabile e con un handling ed una tenuta da vera sportiva.

    Motore e dati su pista

    Sotto al cofano c’è la caratteristica che più interessa le auto di questo segmento di mercato: il propulsore. La Mazzanti Evantra è mossa da un motore V8 7.0 litri capace di erogare una potenza massima di 701 cavalli a 6.600 giri con una coppia massima di 848 Nm espressa a 4.500 giri al minuto. Il cambio in questione è un robotizzato a sei rapporti e non si tratta di una trazione integrale magari per una maggior stabilità su pista ma si è pensato di equipaggiare la Evantra di trazione sull’asse posteriore.

    I dati tecnici di questo motore sono per esempio gli appena 3.2 secodi per bruciare lo scatto da 0 a 100 chilometri l’ora e la velocità massima si è aggiudicata oltre i 350 chilometri orari.

    Il peso è stato studiato accuratamente

    Tecnicamente il peso è stato studiato anch’esso in relazione alle doti che andrà poi ad esprimere su pista. Si consideri che Evantra pesa appena 1.300 chilogrammi quindi permettendo sprint e sprigionando quasi il massimo delle prestazioni che un V8 da 701 cavalli sa fare. Il telaio è stato realizzato in acciaio e la carrozzeria è assemblata anche da pannelli in alluminio battuto a mano e personalizzabile a seconda dei gusti del cliente o anche in carbonio.

    Performante anche su strada con il selettore di guida

    Ogni dettaglio la fa sembrare studiata appositamente per portarla su pista. Il “fortunato” acquirente può infatti scegliere attraverso un sofisticato selettore della modalità di guida il tenore con cui viaggiare. Cambia infatti la taratura se si viaggia su strada o su pista, cambiano le prestazioni e, si sa, cambia anche il livello di adrenalina che una vettura simile porta ad avere. I cerchi in lega sono da 20 pollici e montano gomme da 305/25 al posteriore e da 255/30 all’anteriore inglobando un impianto frenante con dischi da 380 millimetri e pinze a sei pistoncini davanti e da 360 millimetri con pinze a quattro pistoncini dietro.