Mercato auto 2011: brutte notizie

Secondo i pronostici degli esperti nel 2011 potrebbe non avere luogo la tanto attesa ripresa del mercato

da , il

    Mercato auto 2011

    Dopo le mazzate dei post-incentivi, il mercato auto sembra essersi ripreso. In piena estate si contava un incremento nelle immatricolazioni pari al 3% rispetto al 2009, ma la fine del 2010 si avvicina e i pronostici sembrano tendere più al rosso che al verde. Il secondo semestre del 2010, secondo le previsioni del Centro Studi Fleet&Mobility, segnerà un calo del 25%, in preparazione di una nuova depressione targata 2011.

    A dispetto delle apparenze, quindi, l’anno prossimo non vedrà la ripresa tanto agognata, ma un timido tentativo del mercato di camminare con le proprie gambe.

    I fili che terranno su le rendite complessive sono stati già individuati. Vi sono le vendite ai mercati emergenti, la Cina e l’India in primis, che interessano soprattutto le auto tedesche e i relativi brand.

    Vi sono le vendite a società specializzate nel noleggio auto, che sono in crescita (13%) grazie soprattutto alla leadership di settore detenuta da Fiat e dai suoi risparmiosi modelli. Vi sono, ancora, le auto a chilometri zero, un’alternativa intelligente all’auto nuova per chi preferisce non rivolgersi al mercato auto dell’usato.

    Secondo gli esperti e gli stakeholder, il 2011 è in grave pericolo e una ripresa sostanziosa sarà la spia della vera cicatrizzazione del mercato.