Mercato Auto: il Brasile è il primo mercato Fiat

Il Brasile diventa il principale mercato Fiat, superando l'Italia che storicamente si è sempre classificata prima nelle immatricolazioni per paese d'utenza

da , il

    Mercato Auto Fiat Brasile

    Brasile batte Italia 1-0. Cosa c’entra con il mercato auto? Il Brasile è diventato il primo mercato di Fiat, superando per la prima volta l’Italia. Da che esiste il gruppo torinese non era mai accaduta una cosa simile; il mercato italiano è sempre stato il principale bacino d’utenza della casa torinese. Rivalità calcistiche a parte, cosa dovremmo fare, esultare o rammaricarci? Niente, direi che questo non ci cambierà la vita.

    In Brasile sono state vendute nel 2009 ben 750.000 auto, contro le 722.000 immatricolate in patria.

    Lo scarto non è così ampio – vista anche la più abbondante popolazione brasiliana – ma rappresenta una chiara dichiarazione di popolarità per il marchio del lingotto. La crescita è da attribuirsi soprattutto al 2009, quando il Brasile immatricolava senza sosta, mentre l’Italia si prendeva una pausa storica, acquistando solo lo 0,8% di veicoli in più rispetto al 2008.

    La Fiat ha annunciato il traguardo con il sorriso; per una multinazionale avere un business più ampio all’estero che in patria è un segnale estremamente positivo. La casa ha attribuito questo successo sia al suo impegno ventennale in loco, che all’emancipazione della popolazione, che pian piano sta partorendo un’inedita classe media. Il mercato auto deve essere estremamente attento all’evoluzione sociale, vedi la situazione indiana, dove le auto low cost sono il nuovo must di chi fino a ieri andava in bicicletta.

    In tutto questo non bisogna dimenticarsi gli incentivi statali, che hanno fatto la loro parte anche in Sud America.