Mercato auto Novembre 2010: le perdite rallentano

Il mercato dell'auto è sempre in crisi

da , il

    mercato auto novembre 2010

    Il mercato dell’auto continua a perdere quota anche nel mese di novembre 2010. Le nuove immatricolazioni, infatti, scendono di percentuale, addirittura in doppia cifra, attestandosi ad un -21,1%. Andando di questo passo, secondo gli analisti, l’anno 2010 so dovrebbe chiudere con un dato che segnerà -9,4%. All’interno di questa prospettiva, il principale gruppo industriale italiano, nel settore auto, è la Fiat, che registra una perdita nelle vendite di -26%. Il dato, tuttavia, segna un miglioramento su base mensile, il cui significato sta a dire che qualcosa si muove in funzione di un lieve recupero.

    Se si pensa, infatti, che nel mese di ottobre le vendite erano scese di quasi il 40%, si può ben intuire come il trend negativo si sia invertito. Uno dei marchi del Lingotto che riesce a segnare la controtendenza è Alfa Romeo, che vede il modello Giulietta apprezzato dal pubblico.

    Nel mese di novembre, infatti, il brand riesce ad immatricolare tante unità pari ad un 16,3%, con un dato che segna un punto in più rispetto allo stesso mese del 2009. Da Torino affermano che la piccola ripresa è dovuta anche al fatto che il gruppo ha intrapreso una serie di iniziative positive in vista di un ulteriore calo del mercato globale. Una di queste iniziative, senza dubbio, è il lancio del modello della Fiat Punto MyLife, che segna un certo successo tra la clientela.

    Il mercato, comunque, vede la Ford come leader delle vendite, con la Opel dietro. Sebbene tutte le case d’auto registrino delle forti perdite, rispetto allo scorso anno ed a quello presente, tuttavia c’è chi vede un futuro meno nero: sono i marchi premium della Bmw, della Audi e della Mercedes. Questi brand vedono una crescita, rispettivamente, del 5,47%; dell’1,80%; del 3%. Il 2011, comunque, resterà un mercato asfittico.