Mercato auto: PSA interessata a Mitsubishi

Mercato auto: PSA interessata a Mitsubishi

Parliamo anche in questo caso di una mega fusione, si pensi che il Gruppo transalpino PSA è il secondo produttore europeo di auto in fatto di vendite e tratta febbrilmente proprio in questi giorni l’acquisto di una quota importante del Gruppo Mitsubishi Motors, si parla del 30% ma qualcuno azzarda addirittura il 50%, tanto che Organi di stampa pronti ad inseguire la notizia anticipano opzioni al vaglio per rendere concreto tale legame

da in Citroen, Mercato Auto, Mitsubishi, Peugeot
Ultimo aggiornamento:

    Logo Mitsubishi

    Sembra di avere in testa le parole pronunciate qualche mese addietro dall’Amministratore Delegato Sergio Marchionne quando dichiarò che se non volevamo assistere al declino del mondo dell’auto il futuro delle quattro ruote sarebbe dovuto passare dalla fusione di diversi marchi automobilistici per un totale di sei mega Case in tutto il mondo. Dunque tale passaggio dovrà avvenire da macroscopiche fusioni cui, a quanto pare, non si sottrae più nessuno, l’ultimo accordo balzato agli onori di cronaca è quello per potrebbe avvenire fra la francese PSA, ovvero Peugeot-Citroen e la nipponica Mitsubishi.

    Parliamo anche in questo caso di una mega fusione, si pensi che il Gruppo transalpino PSA è il secondo produttore europeo di auto in fatto di vendite e tratta febbrilmente proprio in questi giorni l’acquisto di una quota importante del Gruppo Mitsubishi Motors, si parla del 30% ma qualcuno azzarda addirittura il 50%, tanto che Organi di stampa pronti ad inseguire la notizia anticipano opzioni al vaglio per rendere concreto tale legame.

    Una prima fase di tale accordo prevedrebbe l’intesa per far si che il Gruppo francese possa vendere auto Mitsubishi elettriche già a partire dal mese di novembre/dicembre del prossimo anno. E se le cose dovessero andare a questo modo, come sembrano profilarsi, si verificherebbe in concreto un altro anello fra l’Europa e il Sol Levante, il primo c’era già stato quando Nissan si unì alla francese Renault con a capo Carlos Ghosn.

    Accordi che piacciono all’economia mondiale lo testimonierebbe anche l’alto consenso che alla sola notizia ha ricevuto la Borsa con i titoli Mitsubishi schizzati in cielo…. Segnando un balzo di ben il 20% .

    324

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CitroenMercato AutoMitsubishiPeugeot
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI