Mercato auto settembre 2012, nel pieno della crisi il Gpl registra un +136,4%

Mercato auto settembre 2012, nel pieno della crisi il Gpl registra un +136,4%
da in Auto 2012, Auto nuove, Auto usate, Mercato Auto
Ultimo aggiornamento:

    Dati di mercato settembre 2012 nuovo

    Ormai dire che siamo nel pieno della crisi nel mondo dell’auto non è più una novità da anni… Ma registrare un brutto calo come questo di settembre 2012 è veramente un qualcosa che fa preoccupare seriamente. Pensate che si è registrato un dato inaspettato dagli economisti pari a un -25,74%. Il profondo rosso ha fatto ora registrare appena 109.178 veicoli immatricolati quanto invece l’anno precedente, lo stesso settembre, registrò quasi 40.000 veicoli in più: si parlò di una cifra come 147.021 unità!
    Ultimamente le preoccupazioni potevano avere quasi delle scusanti forse… Scusanti come il fatto che in estate la gente non mette in primo piano il comprare una vettura nuova ma ha in progetto ben altro come l’investire il proprio denaro, per esempio, nelle vacanze estive. Forse non era proprio la scusante giusta questa.

    Mercato auto settembre 2012: il continuo calo

    Stando a tutti i dati che vi abbiamo anticipato nei mesi scorsi, si è trattato di un’estate cocente anche sotto questo punto di vista: il mercato italiano dell’auto. A giugno si registrò un -24,4%, in luglio un -21,4% ed il mese successivo, lo scorso agosto, un -20,23%. Se lo scorso 2011 le vendite si sono attestate a 1.371.117 da gennaio a settembre, ad oggi si contano precisamente 1.090.627 autovetture immatricolate: seriamente preoccupante anche leggendo dati come questi quindi.

    Mercato auto settembre 2012: le considerazioni dal Salone di Parigi

    Vi riportiamo ora qui di seguito un discorso che Jacques Bousquet, presidente dell’Associazione dei Costruttori stranieri ha riportato in merito al Salone dell’automobile di Parigi 2012: “Abbiamo potuto constatare quante novità di prodotto, di tecnologia, di attenzione all’ambiente siano pronte per gli automobilisti in Europa qui al Salone di Parigi, con investimenti importanti da parte delle Case estere. È un peccato che tante novità troveranno uno spazio ristretto nel mercato italiano, per la grande pressione fiscale che preme sulle capacità di consumo delle famiglie”. Sia forse il fatto che gli automobilisti italiani siano, per così dire, caduti in una demotorizzazione? Se così la si può definire…

    Mercato auto settembre 2012: i dati del Gruppo Fiat

    Andiamo ora ad analizzare i dati di mercato del Gruppo Fiat che, in conclusione di tutto, cade a -24.26%. Per il Gruppo le immatricolazioni si sono attestate a 33.055 unità, con una flessione quindi del 24,26% rispetto allo stesso periodo del 2011, quando erano state vendute 43.645 auto nuove. Analizziamo ora brand per brand del Gruppo diretto da Marchionne: per quanto riguarda l’andamento di Fiat si registra una forte perdita pari ad un -22,92%, segue Lancia/Chrysler in caduta del 25,61%, Alfa Romeo con un decremento di 22,92 punti percentuali, spostandoci ai brand americani troviamo successivamente Jeep con un calo del 58,68%. Male anche per i marchi di lusso, anche se in lievissima controtendenza rispetto ai mesi scorsi: la Ferrari lascia sul terreno il 51,72% e la Maserati il 55% (erano rispettivamente a -62,50% e -71,43% in agosto).

    Dati di mercato settembre 2012

    Mercato auto settembre 2012: i dati degli altri costruttori

    Chi fa meglio anche in territorio nazionale generalmente sono i marchi tedeschi anche se ultimamente si stanno sempre più facendo avanti i coreani di Kia e di Hyundai con le nuove gamme. Tutte quelle che vi elencheremo ora però continuano ad essere in passivo nel nostro mercato: si registra per esempio un -19.81% per il Gruppo Volkswagen, generalmente quello meno in calo, passando dalle 18.625 vetture immatricolate a settembre 2011 alle attuali 14.936. Seguono nella classifica il Gruppo PSA con un -19.32%, General Motors con un -33,29%, Ford con un -38,29% ed infine vi citiamo Renault con una perdita del -32,69%. Rispetto ai marchi coreani che vi anticipavamo in precedenza, anche qui ci sono delle perdite ma, rispetto agli altri concorrenti, sono contenute.

    Si parla infatti di un “appena” -9% per Hyundai con 5.295 unità immatricolate e ma che cala comunque parecchio rispetto al +0,28% registrato ad agosto di quest’anno. Seguono, ma nuovamente con un “rosso forte” a due cifre, Daimler con un -27,21%, Bmw con un calo del 29,24%, Toyota a -16,65% ed infine Nissan con un decremento del 28,76%.

    Mercato auto settembre 2012: i dati positivi e l’usato

    Dopo avervi svelato tutti i dati diramati dai costruttori automobilistici, passiamo a guardare i punti percentuali e le immatricolazioni rispetto alle alimentazioni che la clientela italiana preferisce. Chiamiamola pure come una “corsa alle auto a gas” visto che è proprio il Gpl quell’alimentazione che fa ben sperare vedendo il dato significativamente importante che vi andremo a svelare di qui a breve. Secondo i dati diramati dall’Unrae e dall’Anfia su elaborazioni provenienti dal ministero dei Trasporti, le immatricolazioni di auto a Gpl sono aumentate a settembre di ben 136,4 punti percentuali e quelle alimentate a metano del 30,75% sebbene i distributori non siano diffusi tanto quanto quelli che dispongono anche del Gpl. Da segnalare anche l’aumento delle ibride che fanno registrare un significativo +61,8%: sembrano quindi piacere le nuove proposte!
    In sofferenza, infine, diamo un occhio di riguardo anche al mercato dell’usato che risulta in flessione del 17,7% con 309.440 trasferimenti di proprietà: un passivo che tocca il -11,6% nel periodo gennaio-settembre (3.019.608 trasferimenti).

    1143

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2012Auto nuoveAuto usateMercato Auto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI