NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Mercato auto: trend positivo e prezzi bassi, ma è solo un’illusione!

Mercato auto: trend positivo e prezzi bassi, ma è solo un’illusione!
da in Incentivi Auto, Mercato Auto, Mondo auto
Ultimo aggiornamento:

    Tira molto il settore auto in Italia, con vendite più alte che nel resto d'Europa e costi più bassi, solo grazie agli incentivi pro-rottamazione

    Avremo anche i carburanti più cari d’Europa, il pane scandalosamente costoso, idem per latte e altri generi di prima necessità, ma, consoliamoci, l’Italia è il Paese dove acquistare l’auto, rispetto al resto d’Europa, più conveniente, anche se altre due Nazioni ci precedono in questo primato.

    Infatti, nel nostro Paese, una vettura nuova costa, mediamente, circa l’8% in meno di quanto richiesto altrove, tranne che in Grecia e Svizzera, che sono più convenienti di noi, visto che nel Paese elvetico un’autovettura nuova costa il 15% in meno e nel Paese ellenico l’11% meno che nel resto d’Europa.

    A fornirci questi dati, la Roadtodate, un Istituto di Ricerca specializzato che è giunto a questo traguardo già alla fine dello scorso anno, quando si diede vita agli incentivi previsti per la rottamazione, fatto quest’ultimo, che come da noi ripreso più volte, prosegue anche quest’anno, addirittura, con la prossima Finanziaria che il Governo varerà, dovrebbe esserci spazio per gli incentivi alla rottamazione anche nel corso del 2008, così come dovrebbero entrare nell’ordine del giorno, anche eventuali incentivi per chi fa uso di carburanti meno inquinanti.

    La corsa agli incentivi, dunque, ha persino fatto passare in sordina l’aumento medio delle auto che quest’anno è stato del 2,2% rispetto al passato.

    E su questo, Roadtodate, ha anche fatto la disamina degli aumenti in base al segmento delle vetture vendute in Italia, constatando che le auto di lusso sono aumentate in ragione del 3,3%, mentre le piccole vetture sono aumentate del 2,4%, ebbene, se si guardano questi dati, l’Italia, se non avesse avuto gli incentivi governativi, avrebbe pagato l’auto in misura maggiore rispetto agli altri Paesi dell’UE, visto che altrove le auto di lusso sono aumentate, in termini di prezzo, dell’1,2% e le piccole del 2,2% . Anche nel nostro Paese, ad aumentare , in misura considerevole, il prezzo d’acquisto, sono stati i SUV, con un + 2,3% , mentre in Europa, gli stessi mezzi, sono aumentati dello 0,6% .

    Infine, l’importante Istituto di ricerche, analizza i volumi di vendita di auto, che in Italia, grazie agli incentivi ha aperto scenari importanti se si pensa che il solo trimestre, quello che è andato dal mese di aprile a quello di giugno del 2006, ha visto un + 2,8% rispetto all’anno passato, mentre nel primo trimestre,sempre dello stesso anno, s’era assistito ad un’impennata del 4,7%, con un 15,2% in più di vendite di auto appartenenti al segmento di lusso, mentre nel resto d’Europa incremento c’è stato ma solo in ragione del 3,8% .

    Anche i SUV, sono stati venduti in Italia in ragione del 22% in più contro il 12,7% dell’Europa e delle piccole vetture che in Italia ha fatto registrare un trend positivo in ragione del 5,2% e in Europa del 4,9% .

    504

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Incentivi AutoMercato AutoMondo auto
    PIÙ POPOLARI