Mercato dell’auto: anche in America allo studio nuovi incentivi rottamazione

Mercato dell’auto: anche in America allo studio nuovi incentivi rottamazione

Tutto il mondo è paese verrebbe da dire, anche in America, ad esempio, si studiano nuovi incentivi per rottamare vecchie auto e rilanciare l'economia e fronteggiare l'inquinamento

da in Blocco traffico, Incentivi Auto, Mondo auto, Rottamazione Auto
Ultimo aggiornamento:

    Vecchia Limousine

    Somiglia molto alla nostra campagna di incentivi statali sbandierata come lotta all’inquinamento ma che da noi assume significati diversi; rilanciare l’industria dell’auto, visto che in Italia non sembra esserci rimasta altra industria se non quella delle automobili e del loro indotto, far incamerare più soldi all’erario, stante il fatto che gli incentivi fanno affluire tanto denaro nelle casse dello Stato; in America invece si studia un sistema di bonus per l’acquisto delle auto nuove con un primo reale obiettivo, concedere un po’ di ossigeno alle industrie di auto che versano in una grave crisi economica che finisce col riflettersi in maniera significativa anche sull’economia intera della nazione.

    Infatti oltreoceano bisogna andare molto indietro nel tempo per ritrovare l’industria automobilistica quasi al collasso come di fatto è oggi ed a pagare il prezzo di questa recessione economica, che qualcuno ha persino paragonato a quella del 1929, la Crisi di Wall Street, è la popolazione media stretta dall’aumento dei carburanti in maniera esponenziale, dall’aumento del costo della vita che determina fenomeni inflattivi che tanto male fanno all’economia e un po’ come capita anche da noi, distolgono i loro interessi dall’acquisto di nuove vetture, fatto questo che, aggiunto alla crisi di mercato che soffrono i colossi dell’auto americani, soprattutto dovuta ad uno scollamento di quelle che sono le istanze dei consumatori ove attingere linfa vitale, sta collassando del tutto il settore auto in America.

    Ecco dunque studiare una strategia di incentivi per l’acquisto di auto nuove che, oltre a farsi strada consolida quanto già iniziato a fare da un po’ di tempo in qua, oltretutto, al di la del fattore economico, c’è da dire che anche oltreoceano si tenta di lanciare nuovi modelli sempre meno inquinanti.

    Così nel Texas sarà data la possibilità ai proprietari di auto con più di 10 anni di vita di usufruire di un bonus rottamazione di 3.500 dollari per l’acquisto di un’auto nuova, per far ciò, a differenza di quanto si fa in Italia, il proprietario dell’auto da rottamare non dovrà superare una certa soglia di reddito annuo. In California invece non vi sono restrizioni di reddito, ma il bonus non supererà i 1.500 dollari per un’auto poco inquinante. Adesso tocca al Canada lanciarsi nella campagna di rottamazione con la previsione, a partire dal prossimo 1 gennaio, di uno sconto, un po’ risibile per la verità, di 300 dollari per chi rottama una vecchia auto.


    I canadesi sperano così di lanciare il mercato dell’auto con una previsione di 50.000 nuove vetture fresche di fabbrica da immettere nei prossimi tre anni; sorge il dubbio che in Canada, almeno da questo punto di vista, si sia molto distanti dalla realtà; sperare che con un incentivo del genere si rilanci un settore in crisi è come volere la luna nel pozzo!
    Molto più realizzabili i piani che riguardano California e Texas, anche se su questi i governi nazionali hanno previsto uno stanziamento massimo di 50 milioni di dollari per il primo Stato e 45 per il secondo, il che significa poter eventualmente contare su un numero di nuove auto pari ad oltre 33.000 esemplari per la California e di poco inferiore a 13.000 per il Texas in un anno. Non è molto, ma l’esperimento potrebbe funzionare.

    Oltretutto, tale politica potrebbe dare, oltre che ossigeno all’economia e all’industria dell’auto, anche significativi risultati riguardo la ridotta quantità di emissioni inquinanti nell’ambiente.

    642

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoIncentivi AutoMondo autoRottamazione Auto

    Salone di Ginevra 2017

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI