Motor Show Bologna 2016

Mercedes A 45 AMG: prova su strada, prezzo e scheda tecnica [FOTO]

Mercedes A 45 AMG: prova su strada, prezzo e scheda tecnica [FOTO]

    Quando si effettua una prova su strada di una vettura come la Mercedes A 45 AMG, cosa conta di più? Soprattutto due elementi: quanto va forte e come si comporta in strada. Entrambi possono essere racchiusi in un criterio unico definito piacere di guida. Da questo punto di vista la nuova generazione di questa (relativamente) piccola belva guadagna certamente i pieni voti. Se vi avanzano circa 47.000 euro vi portate a casa una macchina da prestazioni quasi paragonabili a quelle di una supercar; ma anche quando il traffico, le condizioni ambientali e le varie trappole che i comuni seminano ovunque vi impediscono di sfruttarla come vorreste, questa AMG sa “fare la brava”, nel senso che ha un adeguato livello di comfort generale dovuto soprattutto alla sofisticatissima elettronica che adatta perfettamente il funzionamento della vettura alle varie situazioni. E poi è sempre una Mercedes. Entriamo quindi nei dettagli di questa prova su strada.

    E’ inutile negarlo: un’auto sportiva deve anche apparire tale, altrimenti non c’è gusto. Su questo la Mercedes A 45 AMG non tradisce. Al primo sguardo dà l’idea di qualcosa che va molto forte, anche senza conoscerne i dettagli tecnici. Partendo dall’anteriore, lo spoiler dallo stile chiamato A-Wing comunica subito sensazioni corsaiole, oltre a dirigere con precisione l’aria verso le grandi prese laterali. Salendo troviamo la grande calandra “bilama” circondata dalla griglia in disegno Matrix. La scritta AMG sul lato del radiatore dovrebbe chiarire definitivamente le idee. Spostandoci verso la fiancata, non potremmo confonderci neanche volendo. Rivestimenti sottoporta, pinza freno rossa con scritta nera AMG; altra scritta sulla carrozzeria, la parola Turbo appoggiata al nome della divisione motorsport di Mercedes-Benz. Le linee orizzontali molto marcate e la curva del tetto conducono lo sguardo verso lo spoiler posteriore di dimensioni generose. Arriviamo al posteriore e l’attenzione è catturata dall’enorme diffusore (per le versioni con kit aerodinamico AMG), dalle pronunciate prese d’uscita d’aria verticali e dai doppi terminali di scarico con mascherina rettangolare spezzata in due. I cerchi in lega sono da 19 pollici, verniciati in grigio titanio o nero opaco e torniti con finitura a specchio.

    Mercedes A 45 AMG 2016 prova su strada dimensioni

    Le dimensioni della Mercedes A 45 AMG 4Matic differiscono leggermente dal resto della serie Classe A, per ovvie caratteristiche sportive specifiche. Invariato il passo di 2.699 mm; le carreggiate sono più larghe, 1.557 mm l’anteriore e 1.561 la posteriore. E’ più lunga, 4.359 mm. La larghezza totale è invariata, 1.780 mm; ovviamente l’altezza totale è inferiore, dato l’assetto ribassato: 1.417 mm contro i 1.438 della serie regolare. Il peso in ordine di marcia (vettura, liquidi + conducente e bagaglio stimati in 75 Kg) è di 1.555 Kg. Mercedes A 45 AMG 2016 prova su strada bagagliaio Il bagagliaio della Mercedes A 45 AMG è identico a quello delle altre versioni della Classe A, salvo il fatto che i sedili non sono ribaltabili. Quindi il volume di carico è quello minimo del modello, cioè 341 litri. Più che adeguato; esiste qualcuno che compra una sportiva per farci i traslochi?

    38 Mercedes A 45 AMG 2016 prova su strada interni

    Apriamo la portiera e scopriamo gli interni della Mercedes A 45 AMG. Vale lo stesso discorso del design esterno: un’auto sportiva deve anche mostrarsi tale. Allora quando inseriamo la chiave il grande display da 8 pollici visualizza la scritta AMG, tanto per cominciare. Abbiamo due quadranti separati di forma circolare, le lancette e la grafica delle cifre sono nuove; il volante multifunzione, rigorosamente a tre razze è rivestito in pelle traforata a cuciture rosse, come sul resto dei rivestimenti dell’abitacolo. I paddles (levette) del cambio non si nascondono. Sul tunnel centrale abbiamo la manopola per controllare le funzioni Dynamic Select. I sedili ovviamente sono sportivi e consentono le massime regolazioni, compresa la profondità del cuscino e i settaggi lombari. In abbinamento alle regolazioni del volante, è praticamente impossibile non trovare la corretta posizione di guida. Per quanto riguarda le connessioni, l’A45 AMG è equipaggiata per duplicare automaticamente le funzioni degli smartphone più diffusi, attraverso Apple Carplay oppure Android Mirrorlink. Il sistema multimediale è predisposto per il navigatore Garmin Map Pilot.

    Mercedes A 45 AMG 2016 prova su strada motore

    Veniamo al pezzo forte della Mercedes A45 AMG 4Matic, cioè il motore. Si tratta di un quattro cilindri 2.0 turbo con iniezione diretta di benzina a getto guidato, per ottimizzare l’uso del carburante. Il turbocompressore usa la tecnologia Twin Scroll: i gas di scarico vengono convogliati verso la turbina non da tutti i cilindri contemporaneamente (questo crea collisioni e interferenze reciproche tra i gas, causando il fenomeno del ritardo di risposta chiamato turbo lag); arrivano invece da due cilindri alla volta, consentendo un flusso più pulito, migliorando quindi la rapidità di risposta. Questa e molte altre tecniche sofisticate regalano un risultato al top: potenza massima di 381 cavalli raggiunta a 6.000 giri, coppia massima strepitosa di 475 Newton metri disponibile tra 2.250 e 5.000 giri. Tutto ciò consente un’accelerazione mozzafiato, pari a 4″2 nello scatto 0-100. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 Km/h, per fortuna. Ma in abbinamento all’AMG Driver’s Package viene innalzata a 270. Tanta potenza non serve se non è possibile gestirla bene. In casa AMG lo sanno benissimo, ovviamente. Quindi innanzitutto c’è il cambio automatico sportivo a 7 marce a doppia frizione DCT, capace di cambiate talmente rapide che nessun essere umano, nemmeno i migliori piloti di formula 1 della storia, sarebbe in grado di emulare. E poi c’è la trazione integrale 4Matic. Derivata da GT e C 63, è pilotata dal sistema Dynamic Select, che consente quattro programmi diversi di guida, selezionabili dalla manopola collocata sul tunnel, dietro la leva del cambio: Comfort, Sport, Sport+ e Individual; i loro significati sono intuitivi. La ripartizione della coppia è variabile e graduata: si può passare da sola trazione anteriore a 50/50 sui due assi. E i freni? I dischi, da 350 mm all’anteriore e 330 al posteriore, sono tutti autoventilanti e forati. Ah, già, i consumi, come se importassero a qualcuno in un’auto del genere. La casa fornisce il dato dei test Nedc (quelli europei) sul consumo combinato, cioè medio: da 6,9 a 7,3 litri per 100 Km. Per consumare meno si dovrebbe andare più piano. Non scherziamo.

    Accendiamo il motore e cominciamo la nostra prova su strada. La Mercedes A45 AMG va fortissimo, e questo è ovvio. Ma il modo in cui lo fa rende ancora più piacevole guidarla. Innanzitutto la struttura di base della Classe A la rende agile nel traffico: compatta e non esageratamente bassa; questo aiuta sui dossi assassini che ormai infestano le nostre città. A velocità ordinarie tutto diventa normale, perfino il rumore del motore viene attenuato. Ma quando è possibile premere sul pedale dell’acceleratore, basta pensare di accelerare ed ecco che la belva spalanca la gabbia. Sotto il cofano non ci sono semplici cavalli, bensì autentici animali da gran premio (equestre o motoristico, è uguale). La potenza viene erogata immediatamente e in modo entusiasmante, ma non brutale; la progressività di questo motore fa pensare che abbia sempre ancora qualcosa da dare; a tutti gli effetti pratici, è così, poiché una potenza del genere può essere sfruttata a fondo solo in pista. Il rumore è perfetto, tipico rombo da auto sportiva. Inoltre quando si accelera decisamente, durante le cambiate un giochetto elettronico interrompe momentaneamente l’alimentazione per creare uno scoppio che ricorda quello delle vere macchine da corsa. Una parola su cambio ed elettronica: il loro connubio funziona perfettamente, col risultato di facilitare molto la vita al guidatore. Si può usare in modalità manuale pura, totalmente automatica o manuale temporanea. Quest’ultima è la più interessante, perché permette di divertirsi quando è possibile e rilassarsi quando c’è traffico, senza doverci pensare. Ma qualunque sia la modalità scelta, la potenza viene fuori immediatamente appena si schiaccia. La tenuta di strada? Elevatissima. Per perdere il controllo si deve proprio esagerare, anche tanto. La A45 AMG è una macchina pensata per il massimo divertimento.

    L’allestimento della Mercedes A 45 AMG 4Matic è unico; il suo prezzo di listino chiavi in mano è di 47.636 euro. Oltre all’ampia dotazione di serie prevista per il resto della Classe A, fra gli optional più significativi per questo tipo di vettura troviamo il Driver’s package AMG che aumenta la velocità massima a 270 Km/h, l’alettone posteriore AMG, il bloccaggio del differenziale anteriore, l’impianto di scarico performance, il kit aerodinamico racing, i sedili performance e le sospensioni attive Ride Control.

    1638

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI