Motor Show Bologna 2016

Mercedes al Salone di Parigi 2016: tutte le novità sul palco [FOTO]

Mercedes al Salone di Parigi 2016: tutte le novità sul palco [FOTO]

Due concetti AMG, la GT R e la GLC Coupé 43 AMG. Debutto per la Classe E SW.

    Ancora una volta Mercedes è tra i protagonisti di questo Salone di Parigi 2016. Il marchio della stella ha giocato le sue carte per cercare di primeggiare contro i principali competitors, sfoderando anche le armi vincenti nate sotto la supervisione del reparto ad alte prestazioni AMG. La Mercedes AMG GT-R è l’esclusiva più importante e sicuramente una delle regine di questa manifestazione assieme alla versione Roadster della GT, GT C Roadster la variante più potente; queste tre “reginette” sono accompagnate dalla versione 43 AMG del fuoristrada GLC Coupé. Fa poi bella mostra di sé la versione station wagon della Nuova Mercedes Classe E che va a prendere il posto della precedente versione della wagon media di Stoccarda. Ma andiamo ora a vedere nel dettaglio le novità del Costruttore di Stoccarda alla kermesse francese.

    La versione estrema della supercar di Stoccarda, l’AMG GT-R, si è presentata in veste ufficiale in occasione del Festival della velocità di Goodwood. E’ il momento ora di salire sul palco del Salone di Parigi 2016, mostrando un “abito” che ricorda quello adoperato per la versione GT3 da gara, come ad esempio il frontale con calandra Panamericana con profili verticali anziché il baffo orizzontale ai lati del logo Mercedes. L’aerodinamica è stata ottimizzata con un nuovo paraurti, splitter modificato e differenti paratie laterali per gestire i flussi d’aria intorno alle ruote.
    Sotto al cofano troviamo un motore V8 4 litri biturbo che eroga 585 cavalli, ben 75 in più della AMG GT S e lo stesso valore espresso dal V8 5.5 litri biturbo. Anche la coppia motrice aumenta, passando da 650 Nm a 700. Maggior potenza e coppia restituiscono anche prestazioni superiori, in accelerazione e velocità massima: GT R è 2 decimi più veloce della GT S, scatta da zero a cento in 3″6, raggiungendo i 318 km/h (contro i 310 della GT S).

    E’ il momento della versione Roadster per quanto riguarda la Mercedes AMG GT e questa novità introduce, sotto al cofano, il V8 4 litri biturbo AMG da 476 cavalli e 630 Nm, buoni per staccare i 4 secondi netti in accelerazione da zero a cento e raggiungere i 302 km/h. Con Mercedes AMG GT C Roadster, invece, si sale a 557 cavalli e 680 Nm, costanti tra i 1.900 e 5.750 giri/min. Le prestazioni? Velocità massima di 316 km/h e accelerazione in 3″7. Il cambio doppia frizione AMG Speedshift DCT-7 ha ricevuto degli interventi sulla rapportatura, con una prima più lunga e una settima accorciata, oltre alla modalità di impiego della trasmissione RACE, specifica per la GT C Roadster: la logica di cambio marcia è ottimizzata per l’impiego in pista e accordata con una risposta ancor più pronta del propulsore. In aggiunta alla modalità M, la cambiata è di fatto manuale, consentendo di tenere il rapporto anche al limitatore, finché non si decide per il passaggio alla marcia superiore.

    Ad accompagnare sulla passerella la GT R AMG ci pensa il fuoristrada GLC Coupé nella versione sportiva 43 AMG: potenza e prestazioni affidate ad un V6 biturbo da 3 litri con potenza complessiva di 367 cavalli e coppia di 520 Nm. La meccanica prevede un cambio 9G-Tronic. Esteticamente troviamo inediti profili cromati alla base del paraurti e delle minigonne, calandra a diamante, cerchi da 19 pollici (optional quelli da 21), nuovi paraurti sagomati per dare uno spiccato taglio corsaiolo a muso e coda, spoiler e cover dei terminali di scarico a quattro uscite completano gli interventi estetici. Il cambio adotta un software grazie al quale i passaggi marcia sono velocizzati con funzione di doppietta e scalata multipla.

    Ultima tra le novità di Mercedes al Salone di Parigi 2016 è la Nuova Mercedes Classe E Station Wagon 2016. La versione familiare contiene tutti gli avanzati sistemi tecnologici introdotti nella berlina e spazio di carico imponente. La sicurezza che troviamo a bordo di questo nuovo prodotto di Mercedes fa fede alle sofisticate sospensioni pneumatiche Air Body Control, in optional.

    Inoltre c’è un sistema di stabilizzazione del rimorchio collegato all’ESP, dotato di Crosswind Assist, cioè la stabilizzazione elettronica in caso di forte vento laterale, guida semiautomatica come il Drive Pilot e il Remote Parking Pilot per il parcheggio totalmente automatico, in cui il guidatore esce dall’auto e avvia la manovra tramite smartphone. In listino la troviamo con un 2.0 a benzina turbo da 184 cavalli, turbodiesel da 194 cavalli e benzina da 211 cavalli. In futuro un diesel da 150 cavalli, un V6 3.0 da 258 cavalli, un V6 3.5 a benzina e trazione integrale da 333 cavalli. Non manca la versione supersportiva, la E 43 AMG 4Matic, spinta da un V6 3.0 biturbo da 401 cavalli e trasmissione automatica 9G-Tronic con rapporti più corti, oltre a trazione integrale e specifiche sospensioni sportive.

    Spazio anche per la variante “tuttoterreno” della Classe E, denominata appunto All Terrain, che va ad inserirsi nel segmento di mercato dominato dalla rivale Audi A6 Allroad. Esteticamente si riconosce grazie al kit estetico composto da protezioni in plastica lungo tutta la parte bassa della carrozzeria. I cerchi in lega poi, disponibili in misure da 19 e 20 pollici, sono abbinati a pneumatici dalla spalla più alta che aiutano ad aumentare l’altezza da terra, gestibile dalle sospensioni pneumatiche Air Body Control.
    Di serie la trazione integrale 4Matic abbinata al cambio automatico 9G-Tronic. Inizialmente sarà disponibile solamente nella motorizzazione 220d, caratterizzata dal 2 litri turbodiesel da 194 cavalli e 400 Nm di coppia.

    Spazio anche all’innovazione, allo stand della Stella attenzione al Mercedes Benz Generation EQ Concept. Questo prototipo anticipa futuri modelli a zero emissioni del Costruttore teutonico e si presenta con linee pulite caratterizzate da accenni futuristici (come l’assenza delle portiere). Sotto la pelle è un concentrato di tecnologia con il cuore pulsante rappresentato da una batteria da 70 kWh che alimenta due motori elettrici dalla potenza complessiva di 402 cavalli e 516 newtonmetro di coppia. Dentro non mancano sistemi all’avanguardia per la guida assistita e pure per quella autonoma. Futuristico il design della plancia caratterizzata dal display 3D da 24 pollici.

    Mercedes al Salone di Parigi 2016: intervista a Eugenio Blasetti

    1099

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI