Motor Show Bologna 2016

Mercedes AMG C43 4MATIC Coupè: sportiva ma non troppo

Mercedes AMG C43 4MATIC Coupè: sportiva ma non troppo

    Durante il 2016 il brand di elaborazioni Mercedes made in Affalterbach, per gli amici AMG, ha proposto la prima di una serie di interpretazioni “43″: Mercedes AMG C43 4MATIC Coupè. Base di partenza Classe C Coupè, ma con prestazioni migliorate mantenendo comunque un occhio alla sfruttabilità.

    mercedes c 43 coupe amg muso

    Le Mercedes AMG C63 Coupè già è stata presentata tempo addietro, dotata di un motore da 476 cavalli (510 per la S) per prestazioni praticamente da supercar. Ad Affalterbach hanno però immaginato di completare l’offerta cercando di proporre delle alternative meno estreme e più adatte ad uno spettro di pubblico nettamente più ampio. Così hanno lanciato la serie “43″ con capostipite la C 43 4MATIC Coupè.

    La coupè della stella in questa declinazione si “accontenta” di proporre un motore V6 biturbo da 3 litri, capace di 367 cavalli tra 5.500 e 6.000 giri ed una coppia massima che tocca la punta di 520 Nm tra 2.000 e 4.200 giri. Il motore di derivazione famiglia Mercedes BlueDIRECT ha ottenuto un riporto superficiale delle canne cilindri in NANOSLIDE, per aumentare resistenza e scorrevolezza allo stesso tempo, oltre ad adeguamenti della pressione di sovralimentazione.

    mercedes c 43 coupe amg esterni

    Dall’esterno la nuova C43 AMG è riconoscibile dalla presenza di un kit aerodinamico dedicato, comprensivo di splitter anteriore e spoiler posteriore, oltre che dagli specchietti retrovisori in nero così come lo sono le cornici dei finestrini.

    Non potevano mancare il badge AMG affiancato dalla scritta “BITURBO-4MATIC” sul parafango anteriore, così come i cerchioni dedicati: tutti e quattro sono da 18 pollici, a 5 razze e con finitura nera, ma all’anteriore alloggiano pneumatici 225/45 ed al posteriore dei più grandi 245/40. Impossibile non notare poi la presenza, all’interno della C43 AMG, di cuciture a contrasto rosse non solo su volante ma anche sui sedili, mentre completamente rosse sono le cinture e bordati di rosso i tappetini.

    Per controllare la dinamica di guida “appuntita” ad Affalterbach hanno pensato di accoppiare il motore 3 litri non solo alla trazione integrale 4MATIC, con distribuzione coppia al 31% sull’anteriore e 69% al posteriore, ma anche al cambio 9G-TRONIC appositamente modificato il quale, udite udite, nelle modalità di guida più estreme opera anche una doppietta automatica. Chi siede al posto di guida della C43 ha a disposizione la consueta scelta di profili di guida, che però agiscono su un assetto che già di base è tarato in modo più rigido e che cerca di sviluppare una dinamica laterale più performante anche con una campanatura più negativa su entrambi gli assi. Diverse comunque sono le soluzioni direttamente derivate dalla più estrema “63″, ma la cosa non ci meraviglia perchè possiamo immaginare la “43″ semplicemente come una…..interpretazione in scala ridotta della sorella che ha un centinaio di cavalli in più.

    522

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2016Auto nuoveCoupèMercedesMercedes Classe C

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI