Mercedes AMG GT C Coupé, a Detroit è Edition 50 accanto alla GT aggiornata [FOTO]

Mercedes AMG GT C Coupé, a Detroit è Edition 50 accanto alla GT aggiornata [FOTO]

Più cavalli sia per la GT che la GT S, la variante C si inserisce in mezzo, ponte verso la GT R

    Non poteva restare “indietro” la gamma coupé di Mercedes AMG GT. Al Salone di Detroit 2017 ecco arrivare la GT C, già apprezzata nella versione Roadster, lanciata al Salone di Parigi. E’ il modello che si posiziona tra la GT S e la GT R, un livello di potenza nuovo per il V8 biturbo e soluzioni tecniche riprese dalla versione più estrema che l’offerta AMG GT preveda. La divisione di Affalterbach compie 50 anni nel 2017 e per l’occasione ecco arrivare la AMG GT C Edition 50, modello celebrativo impreziosito di dettagli stilistici particolari.

    Anche GT e GT S colgono l’occasione per aggiornarsi. Anzitutto è questione di cavalli. Il V8 eroga 476 cavalli e 630 Nm sull GT, un incremento di potenza di 14 cavalli e 30 Nm, per fare lo zero-cento in 4″ e raggiungere i 302 km/h; 12 cavalli in più sulla GT S, a quota 522 e con 670 Nm (+20), le permettono di scendere a 3″8 con 310 km/h. La GT R resta ancorata a 585 cavalli (3″6 0-100 km/h e 318 orari di velocità massima), sono 557 quelli assicurati, invece, dalla GT C, oltre a 680 Nm: le prestazioni dicono di un 3″7 in accelerazione e 317 km/h. La caratterizzazione tecnica passa anche dall’asse posteriore sterzante di serie e carreggiata ampliata di 57 millimetri.

    C’è tutta la GT R, come conferma anche il differenziale posteriore a controllo elettronico.

    La griglia Panamericana diventa emblema di tutta la gamma AMG GT, è uno degli aggiornamenti che coinvolge la coupé nella proposta base e nello step S, accompagnata dall’Airpanel, ovvero, profili motorizzati per variare l’apertura e incidere sul livello di raffreddamento necessario alla meccanica. Posizionato sulla parte inferiore del paraurti anteriore, bilancia le necessità di raffreddamento con quelle di un’aerodinamica efficiente.
    Le sospensioni adattive AMG Ride Control sono anch’esse presenti di serie sulla GT C. Come si propone per il “compleanno” AMG? La Edition 50 avrà due colorazioni di carrozzeria specifiche, designo graphite grey e designo cashmere white magno, tinte sulle quali far risaltare gli inserti in nero lucido che impreziosiscono minigonne, splitter, calandra, finitura degli scarichi e del diffusore. Gli interni si caratterizzano, invece, per l’accostamento nero-grigio, con pelle Nappa sulle sedute (il logo GT Edition 50 è in rilievo sui poggiatesta) e rivestimento in microfibra sul volante.

    Mercedes AMG GT Roadster e GT C Roadster

    Detto dei nuovi pacchetti di personalizzazione dedicati all’intera gamma Mercedes AMG GT, merita un cenno particolare l’optional AMG Exterior Carbon Fibre, pacchetto che integra particolari in fibra di carbonio sullo splitter, le calotte degli specchietti, gli inserti sulle minigonne e il diffusore.
    Per monitorare le proprie prestazioni in pista, invece, ecco l’app AMG Track Pace migliorata: lo smartphone diventa un telemetria con tutti i dati sensibili del veicolo, i profili di numerose piste sono già presenti per registrare intertempi e prestazioni.

    502

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI