Salone di Parigi 2016

Mercedes AMG GT R: a Goodwood per i 100 anni di Motorsport della Stella [FOTO]

Mercedes AMG GT R: a Goodwood per i 100 anni di Motorsport della Stella [FOTO]
da in Anteprima auto, Anticipazioni Auto, Auto 2016, Auto nuove, Foto Spia, Goodwood Festival Of-Speed, Mercedes, Mercedes AMG GT, Supercar
Ultimo aggiornamento: Venerdì 24/06/2016 19:38

    Appuntamento fissato per il Festival della velocità di Goodwood. Il 24 giugno prossimo. Sarà allora che cadranno i veli su Mercedes AMG GT R, la più radicale versione stradale della GT. Assieme a lei vedremo altre vetture iconiche della Stella per celebrare 100 anni di motorsport, tra queste la racing car 120 HP del 1906, la 540 K Streamliner del 1938, le Frecce d’argento W25 e W125, la 300 SLS del 1957 e la recente SLS AMG GT3 del 2012. Tornando alla nuova AMG GT R, notiamo una forte ispirazione alle soluzioni già apprezzate sulla GT3 da gara ed è sul frontale che si manifestano completamente le similitudini, a cominciare dalla calandra Panamericana, con profili verticali anziché il baffo orizzontale ai lati del logo Mercedes. Profondamente rivista anche la veste aerodinamica, con un nuovo paraurti, splitter modificato e differenti paratie laterali, per gestire i flussi d’aria intorno alle ruote.

    Queste ultime dovrebbero presentarsi in veste bicolore, con anello esterno cromato e multirazze. Altri particolari, tuttavia, identificano la GT R, che nasce per appagare nella guida al limite e innalzare le prestazioni della GT. E’ stata alleggerita di qualcosa come 60 kg, merito dei numerosi componenti in fibra di carbonio, dalle appendici aerodinamiche al cofano motore, proseguendo con il tetto. Quanto alla scheda tecnica, il motore V8 4 litri biturbo eroga 585 cavalli, ben 75 più della AMG GT S e lo stesso valore espresso dal V8 5.5 litri biturbo. Anche la coppia motrice aumenta, passando da 650 Nm a 700. Maggior potenza e coppia restituiscono anche prestazioni superiori, in accelerazione e velocità massima: GT R è 2 decimi più veloce della GT S, scatta da zero a cento in 3″6, raggiungendo i 318 km/h (contro i 310 della GT S).

    Mercedes AMG GT R laterale posteriore

    Al di là della potenza assoluta, lo sviluppo portato avanti in AMG per la GT R si è concentrato a lungo sulla guidabilità e i valori di carico aerodinamico, che saranno molto elevati in virtù di un diffusore estremizzato nell’estrazione dell’aria dal fondo. Un’ala alla base del lunotto completa la trasformazione della coupé, profilo in carbonio e fisso, diversamente dall’elemento mobile della AMG GT. L’ala presente sulla parte inferiore del paraurti anteriore si abbassa di 4 cm superati gli 80 km/h: che gli ingegneri di Affalterbach abbiano tratto ispirazione dalla soluzione adottata nell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde?

    Dedicata al modello più estremo la tinta AMG Green Hell Magno, a richiamare ancora una volta il tracciato del Nurburgring.

    Mercedes AMG GT R, foto spia

    Ricordate le interpretazioni Black Series di Mercedes SLS? Bene, la divisione diretta da Tobias Moers sta lavorando adesso a una Mercedes AMG GT R. Nome per nulla ufficiale, anche se appare assodato che non si utilizzerà la sigla Black Series. Al Salone di Detroit 2016 è stata anticipata l’esistenza del progetto, in fase di sviluppo e destinato a esser presentato la prossima estate, timing che darebbe spazio per un debutto al salone di Parigi. Dettagli, non essenziali. Quelli arrivano dalle modifiche che caratterizzeranno la granturismo tedesca e non saranno unicamente rivolte al motore V8 4 litri, pur essendo immaginabile un incremento di potenza, secondo alcuni da calcolare in 50 cavalli.

    Mercedes AMG GT R, foto spia posteriore

    Un perfezionamento del progetto a tutto tondo, quindi che coinvolga l’assetto e l’aerodinamica. Le foto spia rivelate da Autophorie immortalano la AMG GT R anche al Nurburgring, non ancora innevato, quindi immaginiamo si tratti della fase di sviluppo della primissima ora, infatti propone un posteriore diverso, ancora standard e senza il diffusore evoluto. Gli interventi che più catturano l’attenzione sono quelli sulle linee della carrozzeria, modificate per ottimizzare l’aerodinamica, a cominciare dall’adozione di uno splitter pronunciato con flics integrati davanti alle ruote anteriori. Le alette posticce dietro i passaruota sono un indizio della possibile introduzione di un elemento con griglie di sfogo per diminuire le turbolenze nel vano ruota, mentre in coda si apprezza l’alettone fisso, accompagnato da un diffusore tutto nuovo nelle foto di Motorauthority, molto più ampio e con terminali di scarico in posizione centrale.

    Mercedes AMG GT R andrà a far concorrenza alla Porsche 911 Turbo S, con motore 3.8 litri boxer da 580 cavalli.

    Ci annunciano dunque che una nuova AMG sta per essere lanciata. Che bello. Quale? Non vogliono dircelo, per ora. Di certo non se ne stanno con le mani in mano. Non è passato infatti molto tempo dall’introduzione dell’AMG GT. Molti ritengono che l’oggetto misterioso protagonista del filmato possa essere proprio una sua variante, la AMG GT Black Series di cui si parla da mesi. Sarebbe la versione spinta del motore V8 4.0 biturbo della GT base che, poverino, ha “solo” 462 cavalli. E in effetti il rumore del filmato ricorda molto quello di un propulsore ad 8 cilindri. La AMG GT Black Series diventerebbe l’anello mancante tra La GTS (510 cavalli) e la versione da corsa GT3. Una manovra a tenaglia, pista e mercato, sulla rivale di sempre, la Porsche 911. Ma anche la Ferrari 488 GTB. Autorevoli addetti ai lavori presumono che la Mercedes AMG GT Black Series, ammesso che proprio di questa si tratti, verrebbe dotata di ala posteriore fissa ed un estrattore di dimensioni importanti. Rifacendosi alla vecchia SLS Black Series, alla nuova GT verrebbe sostituito il cofano motore in magnesio con uno in carbonio, per guadagnare in leggerezza, togliendo circa 70 Kg dai complessivi 1.570 della GTS. Poiché il filmato parla di velocità e mostra una pista, possiamo ragionevolmente attenderci anche interventi alle sospensioni e all’elettronica che regola la trazione.

    1070

    Salone di Parigi 2016

    ARTICOLI CORRELATI