Motor Show Bologna 2016

Mercedes Classe C Cabrio: prova su strada della 250d e della 43 AMG [FOTO]

Mercedes Classe C Cabrio: prova su strada della 250d e della 43 AMG [FOTO]
da in Auto 2016, Auto di lusso, Auto nuove, Auto sportive, Cabrio e spider, Mercedes, Mercedes AMG, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento: Giovedì 17/11/2016 16:36

    Nuova prova su strada di AllaGuida.it: abbiamo avuto il piacere di testare la Mercedes Classe C Cabrio sulle stradine delle campagne tra la Slovenia ed il Friuli Venezia Giulia. Svelata al Salone di Ginevra 2016, la scoperta della Stella a tre punte si presenta con un design molto equilibrato anche con la capote (in tela) chiusa. Abbiamo avuto modo di provarla sia nella variante 250 d (spinta da un quattro cilindri a gasolio da 204 cavalli) che nella variante “entry-level” della gamma ad alte prestazioni AMG, la C43 (con un possente V6 biturbo da 367 cavalli). Andiamo a scoprire come si è comportata con entrambe le motorizzazioni ed a vederla nel dettaglio delle sue finiture curate.

    Mercedes C250d Cabrio prova su strada posteriore

    Partiamo come di consueto ad analizzarla sotto il profilo del design degli esterni. L’unica differenza rispetto alla variante coupé è la presenza proprio del tetto in tela (disponibile in tre diverse colorazioni) oltre ai montanti del parabrezza rinforzati (e quindi leggermente più spessi). Ritroviamo un insieme equilibrato che miscela alla perfezione eleganza e sportività enfatizzando uno di questi due concetti a seconda dell’allestimento scelto. La vista frontale è caratterizzata dalla mascherina con griglia “Matrix” dominata al centro dal grande simbolo della Casa di Stoccarda. I gruppi ottici anteriori a pagamento possono essere anche full-LED ed attivi (variano il fascio di luce in base al tipo di strada che si sta percorrendo, alle condizioni meterologiche, al grado di sterzata del volante e molto altro). Perfetta la fiancata, con un profilo davvero filante frutto di un elevato studio in galleria del vento ed al simulatore. Gli ingegneri Mercedes sono riusciti ad ottenere un Cx di 0.28, valore di riferimento per il segmento. Al posteriore si apprezzano particolarmente i fanali sottili sviluppati in orizzontale e con un bel disegno da accesi. Inoltre le sospensioni ribassate di 15 millimetri, abbinate ai cerchi in lega di 17 pollici di serie, creano un impatto estetico ancora più sportiveggiante rispetto alla variante con tetto fisso.

    Mercedes C Cabriolet capacità di carico

    Col metro alla mano è identica alla variante con tetto rigido, la lunghezza è quindi di 4 metri e 68 centimetri, la larghezza di 1 metro e 81 ed infine l’altezza si ferma a 1 metro e 40. Il passo pari a 2 metri e 84 consente di offrire spazio a bordo anche per gli occupanti posteriori che non avranno molto di che lamentarsi. La capacità di carico del baule col tetto chiuso è di 360 litri che scendono a 285 con la capote abbassata (prima di aprirla occorre posizionare l’apposita paratia in baule che riduce la capacità di carico e l’altezza del vano bagagli). Se si è in due ed occorre caricare qualche valigia in più, o perché no dovete portare con voi gli sci, è possibile abbattere gli schienali dei sedili posteriori.

    Mercedes C Cabrio interni

    Sugli interni davvero nulla da dire: design azzeccato come quello delle altre sorelle della Stella a tre punte e rifiniture davvero molto curate. Sulla variante Cabrio inoltre sono presenti rivestimenti in pelle dotati di un trattamento specifico che ne riduce il riscaldamento dovuto all’esposizione al sole. I sedili poi risultano davvero comodi anche nei viaggi lunghi: mediante le ampie regolazioni elettriche è possibile abbassarli molto per ripararsi ulteriormente dai fruscii aerodinamici. Nella lista di optional però ne figurano due che riteniamo indispensabili per viaggiate “top down” 365 giorni all’anno: l’AIRSCARF e l’AIRCAP. Il primo (non disponibile nel caso dei sedili sportivi con poggiatesta integrato AMG) prevede una bocchetta alla base del poggiatesta che “spara” aria calda sulla zona del collo. Il secondo invece, brevetto Mercedes, prevede una sorta di deflettore aerodinamico sulla parte alta del parabrezza che riduce notevolmente i vortici d’aria nell’abitacolo. A questo è unito il frangivento elettrico che spunta tra i poggiatesta posteriori. La plancia si fa apprezzare per le bocchette del clima di forma circolare e lo schermo da 8.4 pollici del sistema di infotainment collocato quasi sospeso al centro, quasi come un tablet. Tramite la rotella e l’apposito “joystic” con touchpad è possibile comandare numerose funzioni dell’elettronica di bordo, quali la climatizzazione, il sistema di guida (eco, normal, sport, sport+ ed individual), la radio, il navigatore satellitare e molto molto altro. Come accennato in precedenza, lo spazio non manca nemmeno per i passeggeri posteriori che potranno contare su di un divanetto davvero comodo e sui poggiabraccio laterali rifiniti alla perfezione. Presenti anche due bocchette sul mobiletto centrale. Durante un tratto della nostra prova su strada con la C43 AMG abbiamo avuto modo di apprezzare particolarmente la capote in tela: impossibile lamentarsi infatti dell’insonorizzazione sia acustica che climatica. Realizzata in tessuto multistrato ad alta qualità, presenta un ossatura in magnesio, alluminio pressofuso ed acciaio che tiene sempre tirata la tela e garantisce robustezza. Il sistema di apertura/chiusura richiede circa 20 secondi e può essere azionato anche in movimento fino ad una velocità di 50 chilometri orari (utile proprio nei casi simili a quello che ci è capitato: viaggiando a capote abbassata stava iniziando a piovere, è bastato rallentare per chiudere la capote ed apprezzare l’isolamento dall’esterno).

    Iniziamo! La nostra prova parte in Slovenia a bordo di una C250d Cabrio in allestimento Edition 1 (ancora presto per sapere se sarà disponibile per il mercato italiano) e praticamente full optional. Esteticamente è davvero bella da vedere con la colorazione grigio scuro “Selenite Grey” abbinata alla capote in tessuto rosso bordò. L’abitacolo è caratterizzato dai rivestimenti in pelle lavorata a mano in tonalità nera e biscotto. Ci accomodiamo nell’abitacolo ed apprezziamo fin da subito il porgicintura automatico che ci allunga la cintura di sicurezza. Rapidamente troviamo la nostra posizione di guida tramite le molteplici regolazioni elettriche del sedili e la regolazione elettrica del volante (sia in altezza che in profondità). Accendiamo il silenzioso motore a gasolio, abbassiamo la capote, alziamo l’AIRCAP e siamo pronti per partire. Alla guida la C250d Cabrio si fa apprezzare per il notevole confort di marcia, garantito dal propulsore diesel da 2143 cc forte di 204 cavalli potenza e di ben 500 newtonmetro di coppia disponibili da 1600 a 3800 giri al minuto. Abbinato al nuovo cambio automatico 9G-Tronic, ha sempre la marcia giusta per viaggiare in silenzio ma con la giusta quantità di potenza a disposizione per effettuare un sorpasso rapido (quando serve il cambio scala anche più di marcia molto rapidamente). Nelle strade tortuose del test ci siamo letteralmente innamorati delle sospensioni a controllo elettronico AIRMATIC (portano la firma di Bilstein): assorbono sempre alla perfezione le asperità del terreno tenendo la vettura incollata all’asfalto anche nelle curve prese con piglio “sportivo”. In questi ultimi casi aiuta molto lo schema multilink del retrotreno. Mercedes C250d Cabrio capote chiusa Continuando il nostro viaggio abbiamo amato molto i già citati airscarf ed aircap: anche a velocità elevate e con temperature non proprio estive, la temperatura nell’abitacolo restava di 22° ed i fruscii aerodinamici ridotti al minimo consentendo ai passeggeri di parlare senza dover alzare troppo la voce. Esclusivo della versione Cabriolet il climatizzatore automatico THERMATIC che regola automaticamente il flusso dell’aria quando si apre la capote: ad esempio sposta il flusso d’aria calda verso le mani del guidatore ed il volante e disattiva il ricircolo automatico dell’aria. La Casa per la motorizzazione 250d dichiara un consumo medio attorno ai 4.9 litri per 100 km, a nostro avviso inavvicinabile viaggiando scoperti: a fine prova il computer di bordo segnava un consumo medio di 7 l/100 km (equivalente a qualcosa più di 14 km/l), risultato comunque non male viste le condizioni di esecuzione della prova su strada.

    Per la seconda parte della nostra prova su strada abbiamo scelto la variante “entry-level” della gamma AMG della scoperta di Stoccarda, se così si può chiamare una vettura spinta da un 3 litri V6 biturbo da 367 cavalli abbinato al cambio 9G-Tronic ed alla trazione integrale 4Matic. Questo, unito alla coppia di 520 newtonmetro (disponibile da 2000 a 4200 giri) dona prestazioni di tutto rispetto alla cabrio tedesca: l’accelerazione da 0 a 100 avviene in soli 4.8 secondi! Al volante della C43 AMG Cabrio ci siamo sentiti subito a nostro agio: sembra di guidare la macchina da sempre grazie alla facilità di guida. Anche nelle regolazioni più “permissive”, l’elettronica vige costantemente ed il risultato è una guida divertente ma alla portata anche dei meno smaliziati. Soluzione che potrà far storcere il naso ai pistaioli ma una scoperta si sceglie per il piacere di guida con il vento tra i capelli (aircap permettendo, ndr) e non per segnare il tempo sul giro sulla pista preferita. E’ proprio per questo ragionamento che secondo noi la C63 AMG e la C63S AMG risultano un esagerazione, poiché non si sfrutterà mai appieno l’enorme potenziale del V8 biturbo. La piccolina 43 invece ha tutta la potenza che serve per sgattaiolare via dal traffico cittadino ed andare nelle stadine tutte curve della campagna dove godersi la guida in souplesse a capote abbassata ed innamorarsi dell’impianto di scarico. Quest’ultimo con le valvole aperte regala un sound che agli appassionati piacerà davvero molto: non mancano gli scoppietti in fase di rilascio oppure nelle accelerazioni con i cambi di marcia decisi e davvero rapidi del 9G-Tronic in modalità Sport. Vuoi per il piacere di guida offerto dal V6 biturbo, vuoi per le stradine adorabili delle campagne slovene, vuoi per le sensazioni di guida donate dalla capote abbassata della C Cabrio, non volevamo più scendere! Rispetto alla variante con il tetto chiuso, l’aggravio di peso è di soli 60 kg quindi il feeling al volante resta praticamente invariato e la scocca è così rigida da non far rimpiangere in nessuna situazione la variante coupé. Mercedes C43 AMG Cabrio prova su strada aperta Per questa motorizzazione è dichiarato un consumo medio di 8.3 litri per 100 km, meglio che non vi diciamo qual’era quello segnato al fine della prova. A parte gli scherzi, siamo dell’idea innanzitutto che una cabrio andrebbe presa con un motore a benzina (nulla togliere all’efficienza ed all’erogazione della 250d, ma come suono non ci siamo..) e andrebbe guidata senza pensieri quindi senza preoccuparsi di consumare poco ed altro.. Il terreno preferito della Mercedes Classe C Cabrio sono le classiche stradine fuori città dimenticate dal frenetico traffico metropolitano, dagli autovelox e da qualsiasi altra forma di “blocco” per il piacere di guida. E’ perfetta per la guida in souplesse e, se dotata di un motore “furbo” come quello della C43 AMG, dona notevole piacere di guida anche prima, durante e dopo le curve con qualche scoppiettìo allo scarico e con una tonalità che non vi farà mai accendere l’impianto audio Hi-Fi (peraltro ottimo, sia con capote chiusa che aperta).

    Mercedes Classe C Cabrio allestimenti

    L’arrivo della Mercedes Classe C Cabriolet sulle concessionarie italiane è previsto per ottobre 2016 e fin da subito sarà disponibile in 4 diversi allestimenti, tutti con un ottima dotazione di serie. L’entry-level è rappresentata dall’Executive che offre di serie la mascherina Matrix, i gruppi ottici Full-LED, i cerchi in lega da 17 pollici di diametro, il Mirror Pack e la predisposizione per il navigatore Garmin Map Pilot (tramite l’acquisto in un secondo momento di un apposita schedina è possibile integrare la navigazione nel sistema di infotainment di serie). Un gradino sopra troviamo l’allestimento Sport, il più amato dal pubblico dello stivale: con un sovrapprezzo di 2.900 euro aggiunge l’Aircap, i cerchi in lega da 18 pollici dal disegno sportivo, la telecamera posteriore di retromarcia ed il navigatore Garmin Map Pilot. L’allestimento Premium si farà riconoscere all’istante per la mascherina Matrix con inserti cromati, per i cerchi in lega da 18 pollici AMG, il pacchetto estetico AMG Line, il navigatore Comand Online ed i sedili in pelle firmati AMG. Il top di gamma è rappresentato dalla Premium Plus con i fari Full-LED ILS di serie, i cerchi in lega AMG da 19 pollici di diametro, i sedili in pelle ed il Parktronic con telecamere poste sui quattro lati della carrozzeria per offrire una visuale completa a 360° ed aiutare nelle manovre di parcheggio.

    Benzina: Mercedes Classe C 180 Cabrio 1.6 156 cavalli Executive 45.768 Euro Mercedes Classe C 180 Cabrio 1.6 156 cavalli Sport 48.642 Euro Mercedes Classe C 180 Cabrio 1.6 156 cavalli Premium 52.424 Euro Mercedes Classe C 180 Cabrio 1.6 156 cavalli Premium Plus 56.687 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Executive 48.699 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Sport 51.573 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Premium 55.355 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Premium Plus 59.618 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Executive 4Matic automatica 53.701 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Sport 4Matic automatica 56.514 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Premium 4Matic automatica 60.357 Euro Mercedes Classe C 200 Cabrio 2.0 184 cavalli Premium Plus 4Matic automatica 64.620 Euro Mercedes Classe C 250 Cabrio 2.0 211 cavalli Executive automatica 56.435 Euro Mercedes Classe C 250 Cabrio 2.0 211 cavalli Sport automatica 59.309 Euro Mercedes Classe C 250 Cabrio 2.0 211 cavalli Premium automatica 63.091 Euro Mercedes Classe C 250 Cabrio 2.0 211 cavalli Premium Plus automatica 67.354 Euro Mercedes Classe C 300 Cabrio 2.0 245 cavalli Executive automatica 59.241 Euro Mercedes Classe C 300 Cabrio 2.0 245 cavalli Sport automatica 62.054 Euro Mercedes Classe C 300 Cabrio 2.0 245 cavalli Premium automatica 65.897 Euro Mercedes Classe C 300 Cabrio 2.0 245 cavalli Premium Plus automatica 70.160 Euro Mercedes Classe C 400 Cabrio 3.0 333 cavalli Premium 4Matic automatica 70.498 Euro Mercedes Classe C 400 Cabrio 3.0 333 cavalli Premium Plus 4Matic automatica 73.914 Euro Mercedes Classe C 43 AMG Cabrio 3.0 367 cavalli Sport 4Matic automatica 77.514 Euro Mercedes Classe C 63 AMG Cabrio 4.0 476 cavalli automatica 93.333 Euro Mercedes Classe C 63 AMG Cabrio 4.0 510 cavalli automatica 102.723 Euro Diesel: Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Executive 50.991 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Sport 53.804 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Premium 57.647 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Premium Plus 61.910 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Executive 4Matic automatica 55.993 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Sport 4Matic automatica 58.806 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Premium 4Matic automatica 62.649 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 170 cavalli Premium Plus 4Matic automatica 66.912 Euro Mercedes Classe C 250d Cabrio 2.1 204 cavalli Executive automatica 56.801 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 204 cavalli Sport automatica 59.614 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 204 cavalli Premium automatica 63.457 Euro Mercedes Classe C 220d Cabrio 2.1 204 cavalli Premium Plus automatica 67.720 Euro

    2642

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI