Motor Show Bologna 2016

Mercedes Classe E 2016, prova su strada: prezzi, dimensioni e caratteristiche [FOTO]

Mercedes Classe E 2016, prova su strada: prezzi, dimensioni e caratteristiche [FOTO]
da in Auto 2016, Auto di lusso, Auto nuove, Mercedes, Mercedes Classe E, Prove auto su strada
Ultimo aggiornamento: Martedì 15/11/2016 16:27

    Una prova su strada un po’ particolare, quella della nuova Mercedes Classe E. Perché è stata compiuta parzialmente in pista e perché prevedeva soprattutto la dimostrazione di alcune delle tecnologie di automazione di cui questo modello è equipaggiato in gran numero. L’occasione era l’edizione 2016 di Company Car Drive, evento che si tiene annualmente all’autodromo di Monza, dedicato alle flotte aziendali, settore di mercato principale per la Classe E. Entriamo dunque nei dettagli di questa prova.

    Cominciamo subito dal sofisticato cervello elettronico che porta la sfera delle decisioni della macchina ad un livello molto alto. Mercedes-Benz usa l’espressione “Intelligent Drive” per definire il pacchetto di tecnologie dedicate all’automatizzazione di molti aspetti della guida, finora compito esclusivo dell’umano al volante. La Classe E include veramente parecchi dispositivi avanzati, la maggior parte dei quali concentrati sulla sicurezza di marcia. Questo veicolo “ci vede” molto bene; oltre alla telecamera stereoscopica multifunzione (ora ancora più evoluta) installata sotto lo specchietto retrovisore interno, tutto intorno alla vettura ci sono sensori radar multilivello, i quali si aggiungono ai consueti sensori ad ultrasuoni e alla telecamera a 360 gradi. Questi occhi sono impiegati per prevenire una lunga serie di pericoli, o almeno per limitarne la gravità nei casi estremi. Il più importante è la frenata assistita attiva (Active Brake Assist). Il sistema opera rispetto a veicoli in movimento tra 7 e 250 Km/h e può reagire ai veicoli fermi tra 7 e 100 Km/h; è in grado di evitare il tamponamento di un veicolo fermo fino a 70 Km/ e la collisione con un pedone fino a 65 Km/h. Quando la vettura trova davanti a sè una coda senza possibilità di scartare a lato, il sistema può intervenire fino a 130 Km/h ed evitare il tamponamento fino a 100 Km/h. Rispetto al traffico trasversale, a seconda delle situazioni, può evitare la collisione con veicoli fino a 40 o 50 Km/h e contro i pedoni fino a 60 Km/h. Un altro dispositivo molto importante è l’assistenza allo sterzo nelle manovre di scarto. Se il guidatore inizia una di queste manovre (ad esempio per evitare un pedone) il sistema aiuta la sterzata con movimenti precisi che facilitano l’evitamento dell’ostacolo e il raddrizzamento della vettura. Questo dispositivo non può iniziare da solo la manovra, altrimenti potrebbe provocare manovre istintive errate del conducente. Il dispositivo più sofisticato, questo offerto come optional, si chiama Drive Pilot. E’ un pacchetto di guida semiautomatica. Con questo dispositivo la macchina può tenere automaticamente la distanza di sicurezza (Distance Pilot); sa anche sterzare da sola (Steering Pilot) mantenendosi in carreggiata fino a 210 Km/h. Per riuscirci il sistema usa come riferimento le linee sulla carreggiata; in loro assenza o scarsa chiarezza, fino a 130 Km/h usa guard rail, paletti catarifrangenti e altri veicoli ai lati. Lo Steering Pilot è un sistema semiautomatico; cioè assiste la guida, non la sostituisce. Le mani vanno tenute sul volante. Non è legale staccarle. Oltre ai pacchetti per la sicurezza la Mercedes Classe E permette una finezza che in realtà ha molto dell’esigenza di fare scena, però in alcune situazioni potrebbe essere utile: il parcheggio totalmente automatico con attivazione a distanza (Parking Pilot), opzionale. Il guidatore scende dall’auto, invia un comando tramite un’apposita app nello smartphone (fino a tre metri di distanza) e la macchina compie l’intera manovra di parcheggio da sola. Oltre che per catturare sguardi incuriositi, può essere utile per persone con mobilità ridotta, quando lo spazio è talmente stretto da non poter scendere agevolmente o addirittura non si riesce ad aprire la portiera.

    Berlina classica per definizione, la nuova Classe E si avvicina molto alla Classe S, anche nel look. Lo stile ora è più slanciato, quasi da coupé; gli sbalzi corti non la fanno sembrare troppo lunga (nonostante sia cresciuta di 43 cm), conferendole un aspetto abbastanza dinamico. Al frontale la mascherina a doppia lama con grande stella centrale è stata scelta per la maggior parte degli allestimenti, tranne l’Exclusive, dove invece troviamo il classico “mirino” sul cofano. I fari hanno lo stile a doppio sopracciglio in versione aggiornata. Dietro i grandi gruppi ottici a due segmenti incastonati nel corpo vettura urlano “Mercedes” a pieni polmoni. Interessante effetto ottico realizzato con appositi riflettori. Da un punto di vista aerodinamico gli ingegneri hanno lavorato per ridurre la resistenza all’avanzamento, importante sul fronte consumi ed emissioni. Il Cx è stato abbassato rispetto alla generazione precedente da 0,25 a 0,23 e questo compensa anche la maggiore sezione frontale del veicolo.

    Mercedes Classe E 2016 5

    La nuova Mercedes Classe è più lunga della precedente. Guadagna 43 millimetri in lunghezza complessiva e 65 nel passo. La larghezza è praticamente invariata (-2 mm), però le carreggiate sono aumentate di 20 mm all’anteriore e di 7 al posteriore. Dentro lo spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori è aumentato di 6 mm. Il volume del bagagliaio è invece diminuito di 10 litri. Mercedes Classe E 2016 38 Ricapitoliamo le dimensioni generali: lunghezza 4.923 mm, passo 2.939, larghezza 1.852 mm, carreggiata anteriore 1.616 mm e posteriore 1.619 mm, altezza 1.468 mm, volume bagagliaio 540 litri. La E 350 ha un’altezza di 1.474 mm, carreggiata anteriore 1.600 mm e posteriore 1.603 mm. Passiamo al peso in ordine di marcia: 1.605 Kg la E 200, 1.680 la E 220 d e 1.800 la E 350 d.

    Mercedes Classe E 2016 8

    La plancia della Mercedes Classe E è stata riprogettata e ora riprende lo stile della Classe S dove un corpo unico digitale comprende il quadro strumenti e più al centro lo schermo multimediale. I due display sono entrambi ad alta definizione e 12,3 pollici di diagonale. Le informazioni più importanti sono replicate su uno schermo trasparente collocato nel campo visivo del guidatore (Head-Up Display). L’aspetto della strumentazione può essere configurato in tre stili diversi. Una novità è invece l’introduzione di due campi sensibili al tocco (Touch Control) integrati nelle razze del volante. Si usano come lo schermo di uno smartphone. Permettono di comandare le funzioni multimediali, in alternativa al classico sistema Comand Controller sulla consolle centrale o ai comandi vocali. L’illuminazione dell’abitacolo è affidata esclusivamente a Led configurabili in 64 tonalità. Passando ai sedili, nelle versioni più sportive troviamo un maggiore sostegno laterale e in optional la retroventilazione. L’allestimento Exclusive prevede rivestimenti in tessuto o pelle Nappa. Il pacchetto Comfort comprende il sostegno lombare elettropneumatico regolabile, la regolazione manuale in profondità del cuscino e quella elettrica per l’inclinazione del sedile. Il pacchetto Memory comprende le regolazioni elettriche totali. I sedili anteriori climatizzati hanno ventilazione reversibile. Nel pacchetto Multicontour troviamo una conformazione variabile estremamente sofisticata, oltre a funzioni di massaggio ampliate. Nei sedili posteriori lo schienale è frazionabile in tre parti; la parte centrale è ribaltabile e comprende un box portaoggetti e due box portavivande. A richiesta c’è anche il supporto per il tablet.

    Mercedes Classe E 2016 40

    Vettura grande = scarsa agilità? E’ sempre meno vero. La Mercedes Classe E, nelle versioni con sospensioni meccaniche, prevede tre assetti differenti disponibili, due dedicati ad un maggiore comfort ed uno pensato per un uso più sportivo. Ci sono poi a richiesta le sospensioni pneumatiche multicamera su entrambi gli assi. La rigidità è regolata su tre livelli, variabili a seconda della velocità (da più morbido a più rigido). Si può regolare anche l’altezza da terra. Lo sterzo è di serie di tipo diretto elettromeccanico, regolato per una certa sportività. Passando a telaio e carrozzeria, la scocca è in lamiera d’acciaio e in alluminio pressofuso, quest’ultimo materiale usato per il 16% in più rispetto alla generazione precedente; l’acciaio ad alta resistenza è stato impiegato per il 6% in più. Tutto ciò ha portato ad un importante risparmio di peso e ad una maggiore rigidità; significa minori consumi e migliore comportamento stradale. Arriviamo ai motori. Le motorizzazioni subito disponibili sono tre. La E 200 ha un quattro cilindri a benzina turbo 2.0 ad insiezione diretta di terza generazione; 184 cavalli di potenza massima a 5.500 giri e 300 Newton metri di coppia massima, disponibile da 1.200 a 4.000 giri. La E 220 d presenta la maggiore novità, cioè il nuovo quattro cilindri turbodiesel 2.0. Questo propulsore è stato riprogettato e costruito interamente in alluminio, è la prima volta per questa casa. E’ più leggero del 16% rispetto al precedente, la cilindrata è leggermente inferiore, la distanza fra i cilindri ridotta e infine tutti i sistemi per la depurazione dei gas di scarico sono collocati direttamente sul motore. Abbiamo più leggerezza, più potenza, meno consumi ed emissioni. 194 cavalli a 3.800 giri, coppia massima di 400 Nm tra 1.600 e 2.800 giri. Passiamo alla E 350 d e al collaudato V6 3.0 turbodiesel al quale è stato perfezionato l’impianto di raffreddamento, che ora usa un sistema aria-acqua. Potenza di 258 cavalli a 3.400 giri e coppia di 620 Nm tra 1.600 e 2.400 giri. La trasmissione in tutti i modelli è affidata al brillante cambio automatico 9G-Tronic a nove rapporti. Successivamente arriverà il modello ibrido plug-in, cioè la E 350 e. Propulsore a benzina a 4 cilindri 2.0 turbo da 211 cavalli e motore elettrico da 76 cavalli per una potenza combinata di 286 cavalli ed una coppia totale di 550 Nm. Il funzionamento in modalità solo elettrica ha un’autonomia di 30 Km alla velocità di 130 Km/h. Prevista in gamma fra qualche mese anche la E 400 4Matic, V6 3.0 a benzina turbo da 333 cavalli, 480 Nm di coppia e trazione integrale. Elenchiamo un riepilogo di prestazioni e consumi, rispettivamente velocità massima, accelerazione da 0 a 100 Km/h e litri/100 Km sul ciclo combinato (dati della casa). E 200: 240 Km/h, 7″7, 6,3 l; E 220 d: 240 Km/h, 7″3, 4,3 l; E 350 d: 250 Km/h, 5″9, 5.5 l.

    La breve prova è stata condotta sulla pista e sulle strade interne dell’autodromo di Monza, a bordo di una E 220d. Il comfort e il lusso sono impeccabili, esattamente quello che ci si attende da una Mercedes di fascia medio-alta. La tecnologia di questa Classe E è talmente sofisticata che è necessario un adeguato periodo di apprendimento per capire quali siano le sue potenzialità e sapere quali comportamenti automatici dobbiamo attenderci. E’ una macchina complessa, bisogna rassegnarsi. Ciò non toglie che sia possibile guidarla e godersela anche facendo finta di niente, cioè come se fosse un’auto come le altre. In pista, su asfalto molto bagnato e velocità ragionevole, la sensazione di sicurezza e stabilità è totale. Sia nelle tortuose varianti che nelle curve veloci non ci sono state sbavature, il controllo di trazione interviene discreto per restituire quella motricità persa nell’accelerazione sul viscido, senza tuttavia “castrare” la macchina. Il motore spinge bene nonostante la massa elevata e il cambio è velocissimo. Impressionante il silenzio nell’abitacolo. Un’auto per il business o i lunghi viaggi lussuosi che all’occorrenza sa anche farci divertire.

    La Mercedes Classe E offre cinque allestimenti. Il prezzo di listino chiavi in mano (Iva e messa su strada incluse, Ipt esclusa) è riferito, nell’ordine, a E 200, E 220d ed E 350d. Per l’allestimento Sport abbiamo 49.906, 51.743 e 58.331 euro; Business Sport costa 51.980, 53.817 e 60.405 euro. Exclusive costa 54.677, 56.514 e 63.103 euro; AMG Line costa 58.245, 60.082 e 66.671. Infine i prezzi di Premium Plus: 65.285, 67.122 e 73.711 euro.

    2069

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI