Motor Show Bologna 2016

Mercedes Classe E Station Wagon: prova su strada, scheda tecnica, prezzi [FOTO]

Mercedes Classe E Station Wagon: prova su strada, scheda tecnica, prezzi [FOTO]

    Cosa sarebbe una Mercedes Classe E 2016 senza la versione station wagon? Circa tre trimestri dopo l’uscita della berlina, ecco arrivare la familiare a completare l’opera. Vediamola più da vicino in questa prova su strada. Siamo riusciti a farci un lungo test drive di una giornata tra le strade di Milano. Vediamo come se l’è cavata. Leggete nelle prossime pagine il resoconto, corredato da prezzi, dimensioni, caratteristiche, scheda tecnica e motori.

    Mercedes Classe E Station Wagon 3

    Un aspetto curioso che in Mercedes hanno voluto sottolineare è che, da questa generazione, Mercedes-Benz non fornirà più telai per la trasformazione dei suoi esemplari in carro funebre. Questo per interrompere un’associazione d’idee stratificata nei decenni, che accostava appunto le station wagon con la stella ai veicoli per il trasporto delle salme. Ciò era dovuto in parte, oltre alle dimensioni corpose, anche al design piuttosto a scatola. A Stoccarda hanno deciso di voltare pagina. Poiché il design è una delle motivazioni principali che spingono all’acquisto di un’automobile, soprattutto se è di lusso, allora anche la nuova Classe E Station Wagon doveva diventare appagante alla vista. Effettivamente l’insieme è indovinato. Le differenze dalla berlina partono dal montante centrale. Il tetto spiove gradualmente lo spoiler posteriore è in bella evidenza. La linea di cintura (cioè il punto da cui partono le superfici vetrate) è piuttosto alta e ciò dà l’impressione che la vettura sia ancora più lunga. Le barre sul tetto sono in alluminio. Completa il profilo la cromatura alla base della carrozzeria. Anche la coda è dinamica, d’impronta decisamente sportiva. Oltre allo spoiler, troviamo dei gruppi ottici a Led piuttosto stretti e le consistenti cromature a delimitare orizzontalmente bagagliaio e paraurti. I consueti doppi terminali di scarico trapezoidali cromati completano il tutto.

    Mercedes Classe E Station Wagon 38

    Partiamo dal bagagliaio. La casa ha rimarcato un aspetto che solitamente per una station non è positivo, cioè la riduzione del volume di carico, 130 litri in meno. Questo sempre per favorire un design più sportivo. Dopo 50 anni di station sempre più lunghe delle precedenti, a Stoccarda hanno deciso che lo spazio è sufficiente. Parliamo sempre di un volume che va da 640 a 1.820 litri, comunque ai vertici del segmento E. Va inoltre considerato un aspetto importante: i sedili posteriori hanno la funzione package, cioè gli schienali possono essere portati in una posizione di 10 gradi più verticale; questo regala altri 30 litri di volume e permette comunque di viaggiare comodamente anche dietro. Le operazioni di carico sono facilitate dai comandi elettrici per portellone e sedili posteriori. A richiesta si può avere anche l’apertura del portellone muovendo il piede sotto il paraurti. Per quanto riguarda il peso caricabile, arriviamo a 745 Kg. Parliamo anche dell’eventuale rimorchio, carico massimo ammesso di 2.100 Kg. Come optional c’è il dispositivo di traino a scomparsa, estraibile ed inseribile elettricamente. Dispone anche di stabilizzazione ESP e di un sistema di assistenza in presenza di vento laterale. E’ disponibile anche un supporto per portabiciclette, omologato per 4 bici ed un carico massimo di 100 Kg. Mercedes Classe E Station Wagon Passiamo alle dimensioni generali della vettura. Lunga ma non troppo, potremmo dire. La lunghezza massima è di 4.933 millimetri (5.035 col gancio di traino); il passo molto generoso di 2.939 assicura l’abitabilità eccellente che siamo abituati a trovare in una Mercedes. L’altezza è di 1.475 mm, la larghezza di 1.852 mm. Interessanti anche gli angoli di attacco e deriva, per rampe e dossi: rispettivamente 14,8 e 16,7 (13,3 con gancio di traino) gradi; l’angolo di rampa è di 11,3 gradi; l’altezza da terra misura 112 mm. Per quanto riguarda il peso in ordine di marcia, a seconda della motorizzazione si va da 1.705 a 1.780 Kg.

    Mercedes Classe E Station Wagon 28

    Ovviamente non ci sono particolari differenze rispetto alla berlina. La Mercedes Classe E Station Wagon ne conserva tutta l’eleganza. Quindi troviamo anche qui i due grandi display ad alta definizione da 12,3 pollici ciascuno, per quadro strumenti e funzioni multimediali. Il volante sfoggia i pulsantini Touch Control, dei veri e propri touchpad in miniatura, per controllare la strumentazione con un solo dito. I rivestimenti sono la solita espressione del lusso con la stella a tre punte. Si possono avere pannelli in legno di diversi tipi oppure in pelle pregiata. L’illuminazione ambientale è disponibile in 64 colori differenti. Grande attenzione è stata posta inoltre nell’isolamento acustico. E’ disponibile perfino un pacchetto opzionale dedicato al comfort acustico, che comprende una speciale pellicola fonoassorbente nelle superfici vetrate che filtra ulteriormente i rumori esterni. Altro tocco eccellente è la pellicola inserita nei vetri che assorbe i raggi infrarossi, per attenuare il riscaldamento delle superfici esposte al sole.

    Mercedes Classe E Station Wagon 41

    I modelli disponibili al momento del lancio, a gennaio 2017, saranno quelli con motori a quattro cilindri 2.0: E 200, E 220 d e la E 250. A partire da marzo si aggiungeranno progressivamente le versioni dotate di V6: E 350 d, E 400 4Matic e la sportivona AMG E 43 4Matic. C’è anche una versione base, la E 200 d. Partiamo dalle motorizzazioni a benzina, ovviamente tutte turbocompresse. La E 200 eroga una potenza di 184 cavalli a 5.500 giri per una coppia massima di 300 Newton metri fra 1.200 e 1.400. La E 250 porta la potenza a 211 cavalli e la coppia a 350 Nm, invariati i regimi di rotazione. La E 400 4Matic col V6 3.5 arriva a 333 cavalli a 5.250 giri e 480 Nm di coppia massima. Si chiude in bellezza con la Mercedes-AMG E 43 4Matic dove il V6 3.0 biturbo spinge fino a 401 cavalli a 6.100 giri e 520 Nm fra 2.500 e 5.000 giri. Passiamo ai turbodiesel. La E 220 d eroga 194 cavalli a 3.800 giri e una coppia di 400 Nm fra 1.600 e 2.800 giri. La versione E 200 d è configurata per 150 cavalli e 360 Nm. La E 350 d col V6 3.0 arriva a 258 cavalli a 3.400 giri ed una pesantissima coppia massima di 620 Nm fra 1.600 e 2.400 giri. Diamo un’occhiata alle prestazioni. Per E 200 d, E 220 d ed E 350 d la velocità massima è rispettivamente di 217, 235 e 250 Km/h; l’accelerazione 0-100 è di 8.7, 7.7 e 6 secondi. Per E 200 ed E 250 abbiamo 231 e 243 Km/h, poi 8.1 e 7.2 secondi. Su E 400 ed E 43 la velocità è limitata elettronicamente a 250 Km/h: l’accelerazione è di 5.4 e 4.7 secondi. Ora i consumi dichiarati dalla casa nei test Nedc sul ciclo combinato: per E 200, E 250, E 400 ed E 43 abbiamo rispettivamente 6.2, 6.2, 7.9 e 8.4 litri/100 Km; per E 200 d, E 220 d ed E 350 d troviamo 4.2, 4.2 e 5.4 l/100 Km. Tutte le motorizzazioni hanno il cambio automatico 9G-Tronic. Dalla primavera 2017 per i motori a benzina a 4 cilindri sarà disponibile anche il cambio manuale a 6 marce. Allo stesso modo della berlina, anche la Classe E Station Wagon dispone di sistemi estremamente sofisticati di assistenza alla guida. Chi vuole può scegliere il Drive Pilot e il Distronic che mantengono automaticamente la distanza corretta dai veicoli che precedono, oltre al sistema di mantenimento della corsia in autostrada che corregge automaticamente lo sterzo per evitare l’invasione. Ma vanno sempre tenute le mani sul volante.

    Mercedes Classe E Station Wagon prova

    Cosa deve avere una station wagon di lusso al giorno d’oggi? Spazio, versatilità e comfort di alto livello; eccellente qualità negli interni; design elegante e dinamico; il meglio della tecnologia per la sicurezza e per rendere godibile la vita a bordo; meccanica all’avanguardia. La Mercedes Classe E Station Wagon dispone di tutte queste caratteristiche. Non è pensata per la guida sportiva ma non difetta certo di spunto e agilità. Le sospensioni pneumatiche e lo sterzo diretto permettono un controllo perfetto della vettura, non sembra nemmeno di guidare un’auto lunga 5 metri e pesante 17 quintali. La E 220 d da noi provata rappresenta il giusto equilibrio tra potenza e consumi. Procede tranquilla nei tragitti autostradali ma, quando serve, la potenza e soprattutto la coppia si fanno sentire eccome. Ma una Mercedes Classe E, indipendentemente dalla carrozzeria, è pensata per godersi il viaggio nella massima scioltezza. L’abitacolo della Station Wagon risponde a tutte queste esigenze. Non si vorrebbe mai scendere.

    C’è una Mercedes Classe E Station Wagon per tutti i gusti. Troviamo infatti ben sei allestimenti. In ordine di equipaggiamento: Executive, Sport, Business Sport, Exclusive, AMG Line e Premium Plus. Elenchiamo i prezzi di listino chiavi in mano (Iva e messa in strada incluse, Ipt esclusa). Per la E 200 d vanno da 50.255 a 68.770 euro. Per la E 220 d si va da 56.004 a 71.383 euro; la E 350 d ha prezzi da 62.562 a 77.941 euro; per la E 200 si va da 54.167 a 69.546 euro; la E 250 va da 57.748 a 73.127 euro; la E 400 4Matic ha prezzi da 70.025 a 85.404 euro. Poi c’è la AMG E 43 4Matic, in allestimento unico ad 89.866 euro. Guardando qua e là tra gli allestimenti, segnaliamo sull’Executive il pacchetto Avantgarde per esterni e interni, che aggiunge diverse cromature, inserti in materiale pregiato, luci ambientali a 64 combinazioni, touch control sul volante, predisposizione per navigatore Garmin. L’allestimento Sport evidenzia il servizio Remote Online di Mercedes Me per tre anni, dove è possibile localizzare il veicolo da smartphone entro 1.5 Km, tracking geografico e in movimento, apertura e chiusura porte, programmazione riscaldamento. Nell’allestimento Business Sport si segnala il pacchetto Business con navigatore Garmin Map Pilot, assistenza al parcheggio Parking Pilot. Nella versione Exclusive troviamo la stella nella classica posizione “a mirino”, cioè montata sopra il cofano. Poi inserti in frassino marrone. L’allestimento AMG Line presenta ovviamente design sportivo e interni sportivi firmati da AMG: cerchi da 19 pollici, kit aerodinamico, dischi freno anteriori forati, sedili sportivi, pedaliera sportiva. Nell’allestimento Premium Plus notiamo la strumentazione a doppio schermo da 12.3 pollici, i sedili anteriori con supporto lombare elettro pneumatico, l’impianto audio Burmester. Infine l’allestimento AMG Sport evidenzia le sospensioni pneumatiche a regolazione continua Air Body Control.

    1886

    Motor Show Bologna 2016

    ARTICOLI CORRELATI