Mercedes Classe M usata: meglio esemplari post 2001

Mercedes Classe M usata: meglio esemplari post 2001

da , il

    Mercedes Classse M

    Proprio la Casa della stella sul cofano, da sempre a fare bella mostra di sé e caratterizzare un marchio, non ha segnato, sotto una buona? stella il cammino della Classe M e non ci si riferisce soltanto al volume delle vendite ma, paradossalmente per un marchio dove la qualità eccelsa è il primo valore, anche alla mancanza di quell? alta affidabilità, sinonimo della Casa.

    Il motivo, presto detto, il luogo di produzione della Classe M, negli stabilimenti USA, contrassegnati all?epoca da diverse congiunture negative, non hanno partecipato a segnare al meglio il cammino di quest?auto.

    Risultato, la Classe M non è stata del tutto esente da ruggine, una parola vecchia riferita ad auto di un tempo e che mai avremmo creduto possibile in una vettura dei giorni nostri, eppure, l?annidarsi di questo ?cancro? nel sottoscocca non è stato un fatto del tutto superato in una prima serie di queste vetture.Se a questo si aggiunge una perdita d?olio riferita da più parti a livello del cambio e di liquido di raffreddamento a livello dei manicotti ed infine, alle continue registrazioni richieste dal freno a mano, il quadro è completo per avvicinarsi a quest?auto, nel mercato dell?usato, con una certa circospezione, anche se, fatto importante, dopo il 2001, periodo in cui la Classe M è stata rinnovata, la vettura ha superato alla grande certe importanti pecche di gioventù, tornando ai giusti fasti cui di fatto appartiene. Ragion per cui, cercandola usata, privilegiate vetture prodotte dopo questo periodo.

    Detto ciò, delle tante versioni prodotte, la più diffusa e anche più facile da reperire è la ML 270 CDI, che sfrutta le potenzialità di un motore a 5 cilindri di 2,0 litri di cilindrata e 163 cavalli di potenza, che le consentono di raggiungere i quasi 190 orari con consumi che non permettono alla vettura percorrenze superiori agli 11 chilometri con 1 litro di carburante. Il cambio è a 6 marce, manuale o automatico e trazione integrale permanente.Parliamo di un propulsore sicuramente riuscito, ma un po? rumoroso e che tende a vibrare in maniera fastidiosa, soprattutto a folle e al minimo.

    Interessanti invece i prezzi, se si considera che per un esemplare del 2006, si spendono intorno ai 30.000 euro, mentre per una di poco più di cinque anni di vita, ne occorrono circa 24.000; molto poco, se consideriamo il tipo di auto, ne occorrono per un esemplare ante 2001, meno di 14.000 euro, ma con i limiti di cui sopra.