Mercedes F600 Hygenius, i tempi sono maturi, ma per vederla bisognerà ancora aspettare

da , il

    Mercedes F600 Hygenius, i tempi sono maturi, ma per vederla bisognerà ancora aspettare

    E’ stata presentata in anteprima al Salone dell’Automobile di Tokio dello scorso ottobre e la grande attesa riposta su questa vettura si è letta negli sguardi dei tecnici Mercedes che non nascondevano una dose d’ansia notevole davanti al modello del quale si apprestavano a togliere i veli, la F600 Hygenius.

    La prima novità in questa vettura è rappresentata dall’alimentazione ad idrogeno, ciò non toglie che tutto il resto, a partire dalla linea e dal confort, non rappresentino essi stessi altri elementi di spicco e di innovazione.

    Per quanto riguarda il design, ci troviamo di fronte ad un’auto dalle linee in parte futuristiche con una carrozzeria abbastanza squadrata dall’andamento un po’ duro per il quale bisognerà forse farci l’abitudine. Il fatto di possedere enormi superfici vetrate con grande luminosità interna, rende Hygenius molto somigliante alla Renault Espace, ciò senza nulla togliere, in fatto di personalità, alle due vetture. Interessanti le soluzioni che riguardano la disposizione dei sedili, che ruotano di 360 gradi potendo scegliere ogni passeggero la posizione più adatta alle proprie esigenze, tutto ciò, senza mai dimenticare l’ottimo confort interno cui è capace la vettura.

    La nuova batteria di cui si dota l’auto è la responsabile delle ottime prestazioni, che nei fatti rende questo propulsore assimilabile ad un motore a benzina di pari grandezza. La Hygenius accelera, infatti, da 0 a 100 orari in poco meno di 12 secondi e raggiunge agevolmente quasi i 200 orari di velocità massima.

    Il futuro di quest’auto non è stato ancora deciso, molto dipenderà dai test di gradimento che verranno effettuati in tutto il mondo, per comprendere se i tempi sono maturi per vedere per strada una fiammante Hygenius, gradita dal pubblico, anche affezionato alla Casa tedesca.