Mercedes GLK: test drive di Alla Guida

Un particolarissimo Test Drive di Alla Guida quello compiuto a Tragliata in provincia di Roma con la esclusiva Mercedes GLK, il Suv tedesco, sportivo, prestante, tanto confortevole e, sopratutto, affidabilissimo

da , il

    Mercedes GLK: test drive di Alla Guida

    Emozionante test drive della nuova Mercedes GLK in anteprima! L’opportunità ci è stata offerta dalla Mercedes-Benz Italia, in occasione di un briefing sul nuovo modello auto, svoltosi a pochi chilometri da Roma.

    Dopo la presentazione delle caratteristiche della nuova vettura da parte di Leopoldo Federico Rosa (Product Manager Roadster SL, SLK e AMG), Andrea Calcagni (Product Manager GLK e tutti i SUV) e Alessia Argento (Responsabile New Media & CRM Mercedes-Benz), la Mercedes GLK fiammante, col suo colore bianco perlato, sembrava strizzarci l?occhio come se desiderasse farci provare emozioni uniche e irripetibili, con la sua sobria eleganza.

    Mercedes GLK, le linee

    La Mercedes GLK sembra più grande in foto che di presenza… La sua solennità si amalgama bene con la compattezza delle sue linee sportive. Occorre scrutare gli interni, cercando di superare la discreta oscurità dei suoi vetri, per capire come sia l?auto nella sua intimità, dandoci così l?idea di essere un mezzo per tutte le stagioni, nata per i percorsi aperti e i viaggi lunghi ma che all?occorrenza può muoversi persino in città.

    Dunque, linee rassicuranti ma troppo dure, a nostro giudizio, per poter piacere a tutti, anche a quelli che hanno imparato a cucirsi addosso la stella a tre punte in una sorta di patto con l?auto che vorranno compagna per la vita.

    La Mercedes GLK a prima vista può anche non piacere… Sarà perché siamo portati ad immaginarla come la più grande, la più prestante, la più comoda, in un superlativo assoluto cui pare la GLK voler sfuggire stavolta. Eppure, per chi come noi l?ha tenuta un giorno intero, potrebbe essere stato questo il pregio migliore dell?auto che alla fine ci ha affascinato, non al primo incontro, ma lungo la sua vita!

    Gli interni

    E che Mercedes GLK ci abbia colpito è indubbio. Ci ha colpito accedere in un raffinatissimo abitacolo dove il comfort, l?eleganza e l?esclusività sono elementi che si fondono in un?unica sensazione: il benessere. Complice l?ampissima gamma di equipaggiamenti di cui si dota la Mercedes GLK: dalla selleria in morbidissima pelle in nappa DESIGNO, al volante a tre razze anch?esso in pelle che pare volersi adattarsi all?impugnatura e alla pressione delle dita che gestiscono tutto, per continuare col cambio marce (ben sapendo che la Mercedes GLK è un Suv sportivo). Tale sensazione ci è stata amplificata dalle modanature in alluminio sulla plancia, lo stesso materiale che riveste la parte interna delle portiere anteriori e posteriori e che sembra continuare nella strumentazione argentata insieme alla pelle dei rivestimenti in un ambiente ovattato e soffusamente rilassante, complice la luminosità creata dal pacchetto luci abitacolo.

    Non manca lo schermo centrale da 7 pollici e mezzo posto in zona ben visibile al centro della plancia integrato col navigatore satellitare di ultima generazione e col sofisticato impianto radio/cd/mp3, in un sistema integrato che tiene conto della memorizzazione della rotta prescelta e dello spazio di manovra posteriore monitorato da apposita telecamera inseribile con la retromarcia assistita. Il tetto panoramico, cui non si fa caso accedendo in vettura perché perfettamente occluso dalla paratia elettrica, conferisce luminosità nell?abitacolo, accrescendo il grande confort a bordo.

    In marcia è possibile tenere sotto controllo, anche senza aver dimestichezza con i comandi principali, la gestione dell?auto. Diventa più laborioso barcamenarsi fra telefono, computer di bordo e radio, ma basta poco per metabolizzare anche questo. I paddle per per cambiare le sette marce cui dispone la Mercedes GLK sono quanto mai intuitivi, con l?avvertenza però di sperimentare l?innesto dei rapporti prescelti nei primissimi chilometri e in strade non troppo trafficate, se non si dispone dimestichezza con questi dispositivi.

    Guida della Mercedes GLK

    L?assetto di guida è ottimale, si domina al meglio la strada e chiunque può ritrovare la posizione ideale fra le molteplici messe a disposizione dall?auto, usufruendo dei sistemi elettrici memorizzabili in modo da ritrovare la posizione che per qualsiasi ragione possa essere stata persa. Nei sedili posteriori (abbiamo voluto ricoprire anche il ruolo di passeggeri) si viaggia al meglio, in posizione per nulla disassata anzi. Si riesce bene a divaricare le gambe, purchè non si scelga la posizione di mezzo.

    Il bagagliaio della Mercedes GLK invece mostra un po? i suoi limiti: il volume di 450 litri che è possibile far divenire, agendo sui sedili, fino a 1.550 ci son sembrati limitati, abituati come siamo ai piani di carico della concorrenza.

    La meccanica

    Per quanto riguarda la parte meccanica, chi conosce in generale gli altri Suv della Casa non si stupisce di ritrovare anche in Mercees GLK la trazione integrale 4Matic con differenziale centrale. Anche il motore è conosciuto: un brillantissimo propulsore di 3,0 litri a 6 cilindri turbodiesel da 224 cavalli di potenza con cambio a sette marce 7G Tronic che, grazie al peso più limitato rispetto alle altre vetture della Casa tedesca appartenenti allo stesso segmento, mostra evidenti doti di brillantezza e vivacità come poche riescono a fare. La sensazione è che la vettura si incolli all?asfalto, grazie anche alle ruote in lega leggera da 20 pollici di diametro.

    Guida in fuoristrada

    Suggestivo e utile è il sistema di localizzazione dell?angolo di sterzata con posizione dettagliata delle ruote tramite monitor interno. Ciò consente al conducente di evitare di scendere dall?auto per immaginare la posizione che hanno assunto le ruote in sterzata, così come con un sistema di memorizzazione del tracciato effettuato in fuoristrada registrato direttamente con il sistema satellitare ci veniva fornita la possibilità di ripercorrere lo stesso tragitto a ritroso ripassando per lo stesso identico percorso.

    Sicurezza assoluta in auto

    Grande attenzione anche alla sicurezza attiva e passiva e, dunque, alla sicurezza stradale: basti pensare al sistema che regola la velocità in pendenza, alle 9 coppie di airbag con sistema di monitoraggio attivo dell?entità della collisione in modo da intervenire in maniera adeguata nei confronti degli occupanti dell?auto. Impossibile non menzionare i sensori che consentono l?accensione delle luci di emergenza in caso di collisione e o sblocco automatico delle porte e relativo abbassamento dei finestrini, fino a giungere ai sensori che operano di concerto con ABS e ESP riconoscendo il tipo di impatto che l?auto sta per avere e che concretizzano la loro funzione agendo sul grado di tensione delle cinture di sicurezza e sullo scorrimento del sedile, in modo che l?urto con l?airbag, da parte del passeggero, sia il più soft possibile.

    Insomma, avevamo già capito in partenza con quale ?specie ? di auto avremmo effettuato il nostro test drive, sapevamo già che il blasone Mercedes non ci avrebbe tradito neanche stavolta, ma solo quando abbiamo preso consapevolezza che all?auto stavamo chiedendo ciò che sembrava impossibile immaginare prima, ci siamo convinti di più di che pasta fosse fatta Mercedes GLK.

    Una conclusione cui si è giunti dopo aver assistito dal vivo al comportamento in fuoristrada della vettura in situazioni che sarebbero state gravose per la stragrande maggioranza dei Suv ed è lì che abbiamo capito la ragione che induce molti a ?sposare? la famosa Stella a tre punte per la vita, quando scelgono la propria nuova auto. Una forte sensazione che ci coglieva una volta discesi dalla Mercedes GLK, quando avvertivamo come quelle stesse forme quasi granitiche che non ci avevano appassionato al primo impatto, ci son sembrate quasi irresistibili dopo e abbiamo avuto forte la sensazione che mai viaggio in auto fosse stato tanto breve!