Mercedes Viano e Orange, la conquista di una nicchia abbandonata

da , il

    Mercedes Viano e Orange, la conquista di una nicchia abbandonata

    Comunque la si compri, la Mercedes Viano, sia nell’allestimento normale che in quello Orange, è sempre un successo….

    Parrebbe questo il senso che la Casa tedesca ha voluto dare a questa mastodontica vettura dai mille impieghi che, nella versione speciale, appunto, Orange, è caratterizzata dall’adozione di un motore da 6 cilindri di 3,7 litri, capace di 227 cavalli con trazione posteriore e cambio automatico e con una velocità massima di 215 Km/h.

    L’Orange, oltre per il colore della carrozzeria arancione, si distingue anche per la cromatura argentata dello scarico, per l’allestimento sportivo e per i cerchi in lega leggera di disegno e colori diversi di 19 pollici di diametro. Inoltre, anche i gruppi ottici anteriori di nuovo disegno, conferiscono a questo allestimento una visione di maggior ricercatezza, data all’auto anche dallo spoiler, all’uopo predisposto e dal diverso disegno della calandra e dall’adozione dei fari al Bi-xeno.

    Anche internamente, il predominio di questo acceso colore ha il sopravvento, basti solo considerare i pannelli in tinta, i sedili in pelle che richiamano il colore complessivo dell’abitacolo e degli esterni.

    La dotazione di questa vettura è altissima, così come, almeno in questo, Orange si equivale al modello base, dal quale trae tutti i maggiori spunti di ispirazione. L’auto, che dovrebbe rappresentare per Mercedes l’inserimento in una nicchia di mercato ultimamente un po’ abbandonata, ha costi elevatissimi, non ancora comunicati, al punto che, la differenza fra la versione normale e l’Orange, dovrebbe ascendere i 10.000 euro.