Mercedes Vito 2014: nuovo look e tante versioni inedite [FOTO]

Debutta la nuova generazione del Mercedes Vito

da , il

    Come era facile immaginarsi, ecco che arriva anche la versione più “pratica” della Mercedes Classe V, la monovolume super lussuosa lanciata dalla Stella nei mesi passati. Il nuovo Mercedes Vito 2014 trae origine proprio dalla Classe V, con la quale condivide il design esterno. Rispetto alla sorella maggiore, si differenzia per un allestimento più semplificato, per incontrare maggiormente le esigenze e le richieste del pubblico a cui si va ad indirizzare, ossia la gente che lavora che ha bisogno di un furgone capiente, robusto ed affidabile. Sono numerose le varianti disponibili, sia in termini di dimensioni esterne che in termini di meccanica, motori e trazioni. Insomma: ce n’è per tutti i gusti. Andiamo a scoprire insieme nel dettaglio il nuovo furgone di medie dimensioni di casa Mercedes.

    Estetica e interni

    Come abbiamo già accennato, l’estetica del nuovo Mercedes Vito è derivata da quella della Classe V. Rispetto alla precedente generazione si fa più moderno e piacevole, con un muso perfettamente in linea con il recente family feeling del marchio. Rispetto alla monovolume, il Vito è ovviamente più essenziale: questo significa che sulle versioni furgone i paraurti sono neri, e sugli allestimenti più economici ci sono i cerchi in acciaio con copricerchi al posto di quelli in lega d’alluminio. Notevole il Cx di appena 0,32, ai vertici della categoria.

    Lo stesso discorso vale anche per gli interni. Lo stile è essenzialmente quello che abbiamo già visto, ma il tutto è rifinito con rivestimenti e materiali più robusti e meno lussuosi, vista l’esigenza di utilizzo del mezzo. Rispetto al vecchio Vito ci sono molti più accessori ed una plancia più moderna e curata.

    Dimensioni e versioni

    Il Vito offre una capacità di carico best in class, con un valore massimo di 1.369 kg. È disponibile in tre differenti lunghezze: 4.895 millimetri, 5.140 mm e 5.730 mm, che lo rendono 140 mm più lungo del suo predecessore. Sono disponibili, poi, due versioni di passo (3,2 e 3,43 metri), mentre l’altrzza massima è di 1.910 mm.

    Sono disponibili tre versioni di carrozzeria: la versione furgone tradizionale, Vito Mixto e Vito Tourer. Sul primo, in realtà, non c’è molto da dire, visto che si tratta della classica versione per chi ha esigenze di carico particolari. Il secondo, invece, è una versione promiscua, dotata di una fila posteriore di sedili rispetto a quelli anteriori, ma la parte posteriore del veicolo con i pannelli al posto dei vetri ed un vano di carico comunque molto ampio. L’ultimo, il Tourer, è infine la versione pulmino che nasce per il trasporto delle persone, completamente vetrato e con tre file di poltroncine. Di serie sul Vito Tourer, opzionali anche per le altre due varianti, ci sono le cosiddette sospensioni comfort, dotate di molle meno rigide e di ammortizzatori più sensibili.

    Scheda tecnica e motori

    Davvero ampia la possibilità di scelta in termini tecnici. Si può avere la versione a trazione posteriore, quella anteriore ed addirittura 4×4. Tutti i modelli sono dotati di serie di quattro freni a disco, Adaptive ESP e, a seconda dell’allestimento, fino ad otto airbag.

    Per quanto riguarda le motorizzazioni, il Vito 2014 a trazione anteriore è disponibile con un 1.6 4 cilindri turbodiesel da 88 cavalli (65 kW) e 230 Nm nella versione 109 CDI e con 114 cavalli (84 kW) e 270 Nm nel Vito 111 CDI. Il modello a trazione posteriore, invece, viene proposto con un 2.15 litri 4 cilindri turbodiesel con una potenza di 136 cavalli (100 kW) e 330 Nm nel Vito 114 CDI, 163 cavalli (120 kW) e 380 Nm nel Vito 116 CDI e 190 cavalli (140 kW) e 440 Nm nel Vito 119 BlueTEC. Queste unità sono abbinate di base ad un cambio manuale a sei rapporti, fatta eccezione per il Vito 119 BlueTEC, che esce di serie con un cambio automatico sequenziale a sette velocità 7G-Tronic Plus (disponibile come optional anche per le varianti 114 CDI e 116 CDI).

    La versione meno assetata in assoluto è la 116 CDI BlueEFFICIENCY, che secondo i dati dichiarati dalla Mercedes consuma solo 5,7 litri di diesel per fare 100 km nel ciclo misto.

    Accessori

    La nuova generazione del furgone Mercedes si fa più ricca in termini di dotazione, specialmente per quanto concerne la sicurezza. L’Attention Assist è di serie e monitora le condizioni del guidatore, mentre è offerto sempre di serie anche il Crosswind Assist, che nasce per eliminare l’effetto delle raffiche di vento sul mezzo. Tutti i modelli hanno anche il sistema di monitoraggio della pressione delle gomme, mentre si possono avere come optional anche l’Active Parking Assist (sistema di parcheggio semi automatico), il Lane Keeping Assist (mantiene entro i limiti di carreggiata) ed il Blind Spot Assist (monitora l’angolo buio laterale). Molto interessante anche la presenza dell’Intelligent Light System (ILS), che include proiettori anteriori a LED ed una gestione intelligente del fascio luminoso.

    Ancora da definire i prezzi di listino.