Microcar: allarme sicurezza a Roma

Le microcar sono talmente diffuse a Roma da aver reso necessaria una riunione d'emergenza in Campidoglio sul tema della sicurezza di questi veicoli guidati soprattutto dai giovanissimi

da , il

    minicar incidente

    La sicurezza delle microcar continua ad essere uno degli argomenti più caldi di questi ultimi mesi. A Roma, città che rappresenta il principale mercato nazionale di questo tipo di veicoli usati soprattutto dai giovanissimi, si sono riuniti Roma Capitale, Confartiginatao Imprese Roma e Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) per discutere di questo tema, diventato ormai una vera emergenza sociale. L’obiettivo è quello di sensibilizzare gli utenti ad uno stile di guida più responsabile.

    Antonello Aurigemma, assessore alle Politiche della Mobilità di Roma Capitale, ha affermato: «Con questo accordo si fa un ulteriore passo in avanti sul fronte della sicurezza stradale nella nostra città. Quella delle minicar è una realtà importante nel panorama del trasporto privato a Roma, che coinvolge soprattutto un gran numero di giovani e giovanissimi».

    «La Confartigianato Imprese Roma ritiene fondamentale l’accordo siglato – ha dichiarato il presidente Mauro Mannocchi – si tratta infatti di veicoli, che per la loro diffusione e il loro utilizzo, sono diventati un importante mezzo per la mobilità e pertanto devono essere soggetti a tutti i controlli tecnici e normativi, opportunamente adeguati previsti per le autovetture».

    Stefano Casalini, presidente di ANCMA quadricicli, ha concluso: «Con questa importante iniziativa speriamo di mettere la parola fine alle polemiche che sono infuriate nel corso degli ultimi mesi e che hanno gettato ombre sulla serietà dei costruttori di microcar, mettendo in ginocchio un settore che, al di là dei luoghi comuni, rappresenta invece la risposta più efficace alle sfide lanciate dalla mobilità degli ultimi anni».