Migliori auto ibride presentate al Salone di Parigi 2016: la classifica

Migliori auto ibride presentate al Salone di Parigi 2016: la classifica
da in Auto 2017, Auto Ibride, Auto nuove, Classifiche auto, Salone auto, Salone di Parigi 2016
Ultimo aggiornamento: Venerdì 18/11/2016 16:43

    LaFerrariAperta

    Le migliori ibride presenti al salone di Parigi 2016: la Top 5. Il Salone dell’auto di Parigi è stato uno dei momenti più importanti del 2016 per il settore dell’automotive, qui sono state presentate molte e interessanti nuove vetture, non lasciando scontento alcuno, che siano stati giornalisti o semplici appassionati. Fra le tante noi abbiamo scelte di puntare la nostra attenzione su quelle che fanno parte della categoria delle ibride, quali sono fra ogni genere e segmento di auto, per noi, le migliori cinque ibride scoperte a Parigi? andiamole a conoscere.

    Hyubdai Ioniq Hybrid

    Hyundai Ioniq questo è il nome della nuova ibrida made in Corea del Sud, una berlina compatta che può considerarsi come l’anti Prius. La gamma sarà piuttosto nutrita con tre varianti ecologiche che aiuteranno non poco i clienti a fare la scelta giusta: ibrida classica, elettrica e ibrida plug-in. Per la ibrida classica l’attesa è quasi terminata, la commercializzazione sarà a partire da ottobre 2016, per l’elettrica bisognerà aspettare la fine dell’anno, mentre la ibrida plug-in sarà la novità del 2017, con un arrivo sul mercato a partire da febbraio dell’anno venturo. La linea è molto classica e proprio per questo potrebbe risultare una scelta vincente. La classica ibrida sarà spinta dal motore benzina aspirato a iniezione diretta (200 bar) 1.6 GDI, capace di erogare 105 cavalli e 150 Nm di coppia massima, ai quali sommare i 32 kW del motore elettrico, con 170 Nm di coppia; quest’ultimo trarrà energia dalla batteria agli ioni di litio, collocata appena davanti alle ruote posteriori, sotto il sedile. La trasmissione potrà contare su un cambio doppia frizione 6 marce. Il prezzo sarà a partire da 25.000 euro.

    Toyota Prius Parigi 2016

    Per la primavera del 2017 è attesa l’uscita della best seller tra le ibride la Toyota Prius, ma stavolta in versione Plug-in Hybrid. Partiamo dalle dimensioni, cresciute, fino ad arrivare a una lunghezza di 4 metri e 54 centimetri, con 2 metri e 70 di passo e un’altezza di 147 centimetri. Aumenta anche lo spazio a disposizione per i bagagli, 26 litri in più che portano a un totale di 502 litri viaggiando in configurazione cinque posti. Questo per quanto riguarda Toyota Prius due ruote motrici, poiché la novità E-Four, che prevede un motore elettrico posteriore e l’integrazione di una trazione integrale, farà scendere la capacità del vano a 456 litri. C’è poi la versione a 7 posti, cioè la Toyota Prius+. Il motore è il 1.8 Hybrid con potenza che da 136 cavalli passa a 122 cavalli (90 kW) e dotato di un cambio automatico a variazione continua, l’E-CVT. Probabilmente il miglioramento più significativo per il sistema è la batteria da 8,8 kWh agli ioni di litio, che ha il doppio della capacità energetica della batteria da 4,4 kWh nella vecchia Prius ibrida plug-in.

    Mitsubishi GT-Phev Concept, un SUV ibrido alimentato dall’avanzato sistema PHEV (ibrido elettrico plug-in) sviluppato proprio dalla casa automobilistica giapponese. Questo sistema è basato su tre motori, ed è concepito per offrire un’esperienza di guida disinvolta su strada e in fuoristrada. SUV di fascia alta che dovrà però comportarsi egregiamente su qualunque superficie gli si presenti davanti. Infatti questo nuovo concept è dotato di trazione integrale, per destreggiarsi anche in quelle strade poco battute e per buttarsi all’avventura.

    Forse una delle novità più belle in assoluto, non solo in tema di ibride. La nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid offre consumi da utilitaria e prestazioni da supercar per la versione ibrida plug-in della berlina sportiva tedesca. Sviluppa una potenza di 462 cavalli garantita dalla congiunzione del V6 2.9 biturbo benzina con un’unità elettrica alimentata mediante batterie ricaricabili, con trazione integrale e al cambio a doppia frizione PDK a 8 marce, scatta da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi percorrendo mediamente 40 km/l.

    La Ferrari LaFerrari Aperta si è mostrata praticamente per l’unica volta al grande pubblico (ma ci saranno alcune occasioni nel 2017 durante le celebrazioni del 70° della casa). Spider e ibrida, non possiamo nemmeno considerarla supercar. Perché questa è una hypercar, va oltre. Solo 209 esemplari prodotti, 200 tutti venduti in anteprima e 9 che resteranno a Maranello come show car per celebrazioni ed eventi vari. La casa ha fermamente sottolineato che le prestazioni dell’Aperta sono identiche a quelle della coupé del 2013. Quindi dallo stesso gruppo ibrido composto dal motore a benzina V12 6.3 da 800 cavalli e da quello elettrico da 163 sono state mantenute un’accelerazione 0-100 in meno di 3 secondi e una velocità massima superiore a 350 Km/h. Il tetto può essere sia rigido in fibra di carbonio che in tela.

    907

    ARTICOLI CORRELATI