Milan Abarth, supercar austriaca da 1700 cavalli [FOTO] e [VIDEO]

Milan Abarth, supercar austriaca da 1700 cavalli [FOTO] e [VIDEO]
da in Abarth, Auto 2013, Auto nuove, Supercar, Video Auto
Ultimo aggiornamento:

    Milan Abarth

    Ci sono supercar e supercar: c’è la Milan Abarth e poi ci sono i marchi storici, quelli con un blasone alle spalle e ricerca tecnologica su ogni minimo dettaglio. Cos’è che definisce una supercar come tale? Bastano i soli cavalli sviluppati dal motore? Sarebbe troppo semplice e sbrigativo.
    Catalogare le auto ad altissime prestazioni esclusivamente in base a un parametro non renderebbe giustizia allo sviluppo portato avanti da icone come Ferrari, McLaren, Porsche. Di propulsori in grado di erogare 1000 e più cavalli ormai se n’è perso il conto. A quanto servano, come vengano scaricati a terra, quanto sia veloce in assoluto l’auto, sembra passare in secondo piano.

    Dall’Austria arriva la proposta di Milan Supercars, che riprende un marchio storico dell’automobilismo: Abarth. Il fondatore Carlo è stato a lungo legato all’Italia, proponendo kit di elaborazione in grado di far crescere le emozioni degli appassionati. Adesso è il nipote Raphael Abarth ad annunciare un esperimento estremo, la Milan Abarth.

    Milan Abarth

    Si fa fatica a credere che quella livrea nera, con carrozzeria interamente in carbonio, sia omologata per circolare su strada. Ha le sembianze di una vettura Sport prototipo, ideale per la pista, non certo per diventare status symbol del miliardario russo di turno. Bella, in fondo, non lo è nemmeno. Cos’ha di speciale allora la Milan Abarth? Senz’altro leggere nelle dichiarazioni rilasciate al vernissage di Monaco che la versione meno potente avrà 1300 cavalli, affermazione da lasciar sbigottiti, pensando a quanti cavalli possa avere l’altra, la SS Milan Abarth. Millesettecento.

    In cifre, per non sbagliarsi, 1700. Uno sfizio buono per entrare nella ristretta cerchia di persone che potranno possederne una, vista la tiratura in appena 7 esemplari. La differenza la farà tutta il tipo di carburante che verrà messo nel serbatoio, anche se restano forti dubbi su quella differenza così marcata, ben 400 cavalli, legata esclusivamente al numero di ottani.

    Milan Abarth

    Insieme al peso (1200 kg), quello della potenza è l’unico dato tecnico noto al momento, oltre alla gommatura differenziata: 245/40 R18 all’anteriore e 335/30 R18 al retrotreno. La presentazione ufficiale avverrà il prossimo febbraio 2013, ma non è difficile immaginare un propulsore V8 turbo o V12 turbo, la strada per toccare certe vette passa necessariamente da questi frazionamenti.
    Dalle prime foto si intravede anche quale sarà il cambio abbinato a tanta esuberanza, un sequenziale con leva in bella mostra al centro dell’abitacolo. Detto dell’ampia libertà lasciata a ogni cliente in termini di personalizzazione della propria Milan Abarth, gli interni non brillano certo per bellezza o particolari raffinatezze. Le forme dei rivestimenti e la vasca dell’abitacolo suggeriscono l’impiego di un telaio in alluminio, con una plancia povera e ridotta all’osso. Siamo lontani anni luce dalla perfezione dei modelli tradizionalmente annoverati tra le supercar.

    Milan Abarth

    Infine, un accenno al prezzo. Il modello d’ingresso della Milan Abarth costerà 300 mila euro, una cifra superiore anche alla Ferrari F12 Berlinetta, non certo la rivale diretta con cui confrontarsi.

    595

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbarthAuto 2013Auto nuoveSupercarVideo Auto
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI