Motor Show Bologna 2016

Mini Clubman: altri dettagli e i prezzi definitivi

Mini Clubman: altri dettagli e i prezzi definitivi
da in Mini, Mini Clubman, SW Station Wagon
Ultimo aggiornamento:

    E dopo la lunga attesa che ha contraddistinto i tempi, piuttosto lunghi, per la presentazione della nuova Mini Clubman, la versione station wagon della riuscita city car, ex inglese, mancava di conoscere qualche altro dettaglio in più e, soprattutto i prezzi di quella che si preannuncia la vera novità dell’anno, per auto di questo segmento.

    Per quanto riguarda i dettagli ancora mancanti, o che sono sfuggiti agli interessati di questa gradevole vettura, chiariamo che la Clubman è più lunga di 24 centimetri rispetto alla versione tradizionale, fatto che consente un habitat più congeniale, soprattutto per i passeggeri “posteriori”, a maggior ragione per il fatto che la vettura offre 5 posti e un piano di carico adeguato al segmento cui si rivolge questa particolare Mini. Si pensi che in questa versione il bagagliaio è di 260 litri che divengono 930 a schienali abbattuti. L’accesso al vano bagagli ricorda la vecchia Mini di un tempo, quella coi profili finto legno .

    Per quanto riguarda i motori, il 1.600 cc. turbo con 175 cavalli di potenza, saranno destinati alla versione Cooper S Clubman che conferiscono massima sportività alla vettura, si pensi all’accelerazione, da 0 a 100 orari in 7 secondi e mezzo e alla velocità massima di oltre 220 Km/h, con buoni consumi, mediamente dell’ordine dei, quasi, 15 chilometri con 1 litro di benzina.
    L’altra versione, meno aggressiva, è la Cooper Clubman, anch’essa monta il 1.600 ma senza turbo ed eroga 120 cavalli di potenza, accelera in 10 secondi, raggiunge i 200 orari di velocità massima e con 1 litro di benzina riesce anche a percorrere 20 chilometri.

    Non manca una versione diesel, il motore a gasolio lo ritroviamo nella versione Cooper D Clubman, da 110 cavalli di potenza, che accelera in 10 secondi e mezzo e con 1 litro percorre anche i 22 chilometri.

    Dunque bassi consumi e, ancor più basse emissioni inquinanti, dato da diversi dispositivi, compreso il recupero dell’energia frenante che altrimenti andrebbe dissipata e, compresa anche, la funzione Auto Start/Stop e il cambio a 6 marce manuale o automatico a richiesta. Ottima la dotazione di serie che si avvale di: ABS, EBD, sistema di controllo di frenata in curva CBC (Cornering Brake Control) e il Controllo dinamico di stabilità (DSC) con assistente di partenza in salita, oltre ad un differenziale autobloccante disponibile, come optional, per la MINI Cooper S Clubman, cui, eventualmente, aggiungere degli optional a pagamento dalla lunga lista in possesso dei concessionari.

    Vedremo la Clubman a partire dal prossimo mese di novembre, a prezzi a partire da 21.400, fino a 24.300 per la Cooper Clubman, mentre, la versione diesel partirà da 23.000 euro fino a giungere a 26.700 euro ed infine, la sportiva Cooper S, con prezzi a partire da 26.000 euro fino a 28.500 euro.

    Lunga vita, dunque alla Clubman, che, finchè la concorrenza non sarà in grado di trovare una valida alternativa, navigherà acque tranquille, a meno che Fiat, con la eventuale futura 500 Giardinetta, non voglia cominciare a dare filo da torcere anche alla Mini, in questo nuovo allestimento.

    508

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MiniMini ClubmanSW Station Wagon

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI