Mini Clubman Bond Street: champagne al Salone di Ginevra 2013 [FOTO]

Mini Clubman Bond Street: champagne al Salone di Ginevra 2013 [FOTO]

Mini stappa lo champagne al Salone di Ginevra 2013 con la Clubman Bond Street

da in Auto 2013, Mini, Mini Clubman, Salone auto, Salone di Ginevra 2017, SW Station Wagon
Ultimo aggiornamento:

    Nella gamma Mini, forse un po’ dimenticata, c’è anche lei: l’originale Clubman che si impreziosisce di un nuovo allestimento, dedicato alla via dello shopping londinese, Bond Street. Al Salone di Ginevra 2013 fa la prima apparizione in pubblico per poi spostarsi da subito nelle concessionarie italiane. La sostanza della Mini “station wagon” non cambia, almeno sul piano della tecnica. L’anticonvenzionale sistema di apertura delle portiere nemmeno, una lato guida, una più una lato passeggero.
    La scena di recente è stata rubata dal crossover Paceman, derivazione sportiva della Countryman, così per accendere nuovamente le luci sulla giardinetta di famiglia ecco una nuova versione.

    Tre metri e 96 centimetri di lunghezza la mettono sullo stesso piano di tante segmento B due volumi, così la definizione di station wagon sembra azzardata e non poco. Certo, confrontando i 260 litri di bagagliaio disponibili con i 180 della Mini berlina, il salto in avanti è notevole, poi a guardare le altre utilitarie si scopre che lo spazio è identico.
    Sono dettagli marginali a caratterizzare la Mini Clubman Bond Street. Anzitutto la carrozzeria nera con strisce grigie sul cofano, bordate dello stesso color champagne che caratterizza i gusci degli specchietti, il tetto e il paraurti posteriore. Gioca su questa alternanza di tonalità la Bond Street.

    Anche i cerchi in lega da 17 pollici sposano le razze nere con il perimetro della ruota champagne e gli interni non si sottraggono allo stesso trattamento.

    Di serie ci sono i sedili in pelle e il pacchetto Chrome Line interior, con cuciture, inserti sulla plancia e portiere nella colorazione più chiara e… spumeggiante. Tra gli optional a disposizione si segnalano il climatizzatore automatico, il tasto Sport, il sensore pioggia e il volante in pelle, oltre al cambio automatico 6 marce.

    Quattro le motorizzazioni disponibili. Due benzina e due diesel, con l’unità 1.6 litri da 122 cavalli e 160 Nm di coppia a rappresentare la porta d’ingresso al mondo Bond Street. Velocità massima di 201 km/h e zero-cento da 9″8. Più potente la versione S, 1.6 turbo benzina da 184 cavalli e 260 Nm: raggiunge i 227 orari e in 7″5 arriva a 100 con partenza da fermo. Le proposte diesel ruotano intorno all’unità 1.6 turbodiesel 112 cavalli della versione D, forte di 270 Nm, 197 orari e uno scatto da 10″2. Al vertice delle motorizzazioni a gasolio c’è la SD 2.0 turbodiesel 143 cavalli e 305 Nm di coppia massima. Raggiunge i 215 orari e accelera in 8″6.

    Il listino attuale della Mini Clubman parte da 18.950 euro, con l’unità da 122 cavalli Cooper a 22.000 euro.

    FOTOGALLERY DELLE HOSTESS AL SALONE DI GINEVRA 2013

    466

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2013MiniMini ClubmanSalone autoSalone di Ginevra 2017SW Station Wagon
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI