Mini Clubman John Cooper Works: scheda tecnica e novità della wagon sportiva [FOTO]

Mini Clubman John Cooper Works: scheda tecnica e novità della wagon sportiva [FOTO]

La Mini Clubman arriva nella variante più sportiva e veloce

da in Auto 2016, Auto nuove, Auto sportive, Mini, Mini Clubman, SW Station Wagon
Ultimo aggiornamento:

    Mini Clubman John Cooper Works ha catturato gli sguardi dei visitatori al Salone di Parigi 2016, in attesa di un lancio sul mercato atteso tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2017.
    Possono andare d’accordo sei porte e la sigla più sportiva in casa Mini? I contenuti tecnici sono quelli noti, ovvero, il trapianto del motore 2 litri Twin Power Turbo dalla Mini JCW tre porte alla variante con la coda. In realtà, c’è un dettaglio tutto nuovo, ed è costituito dall’abbinamento alla trazione integrale ALL4. Una prima per la gamma John Cooper Works. Il sistema consente di esaltare la motricità e le prestazioni in accelerazione, sullo zero-cento, testimoniano la bontà dell’accoppiata.

    Appena 6″3 per la Clubman, con il Launch Control attivo. Lo stesso tempo staccato da Mini JCW, che sarà sì più leggera, ma deve fare affidamento sul solo asse anteriore per scaricare coppia e cavalli. Il motore, ricordiamo, eroga 231 cavalli e 350 Nm di coppia massima, tra 1.450 e 4.500 giri/min, ed è in grado di portare la Clubman più veloce fino a 238 km/h. Il confronto con la versione S è ingeneroso, perché trattasi di modelli separati da quasi 40 cavalli, che si fanno sentire tutti in ripresa, ad esempio: da 80 a 120 orari la JCW impiega 6″9, ben 1″2 meno della Clubman S.

    Cubatura invariata, 2 litri per entrambe le versioni, ma la pressione di sovralimentazione del turbo è di 2.2 bar sulla JCW, che può contare anche su pistoni modificati e un sistema di raffreddamento maggiorato. Detto delle prestazioni assolute, ci sono tutta una serie di interventi stilistici a caratterizzare la “wagon” di casa Mini. Anzitutto la proposta di un accostamento cromatico unico: Rebel green sulla carrozzeria con tetto e calotte rosse, mentre le bande sulla fiancata e sul cofano sono opzionali. Il frontale diventa più aggressivo grazie a una nuova forma del paraurti e all’elemento rosso trasversale sulla calandra con maglie ampie (sulla quale campeggia anche il logo del modello, ripetuto sulle frecce laterali). I fari a led sono di serie, così come i cerchi in lega da 18 pollici con razze Black Grip Spoke (in alternativa, si potranno scegliere quelli da 19″). Le pinze dell’impianto frenante Brembo sono a 4 pistoncini sull’asse anteriore e assicurano una potenza adeguata alle prestazioni superiori.

    Al posteriore, ancora interventi sul paraurti, reso più aggressivo e sul quale campeggiano i terminali dello scarico sportivo. Marchio di fabbrica Clubman, le Split Doors, con sistema di apertura automatizzato.

    Alla trazione integrale ALL4 è abbinato un cambio manuale 6 marce, di serie, che porta i consumi a 7.4 litri/100 km nel misto, mentre con l’automatico Steptronic 8 marce – con palette al volante di serie – si riesce a risparmiare un bel po’, visto il consumo dichiarato in 6.8 litri/100 km. La dotazione di serie di Mini Clubman John Cooper Works comprende il blocco elettronico del differenziale, controllo di stabilità e trazione, modalità di guida Mini Driving Modes, Park Distance, cruise control adattivo, sedili sportivi in microfibra Dinamica e tessuto e infotainment con schermo da 6.5 pollici.
    A richiesta, la dotazione di serie può arricchirsi del climatizzatore bi-zona, tetto in vetro, sedili in misto Dinamica e pelle, audio Harman Kardon, navigatore Professional e schermo da 8.8 pollici di diagonale, nonché cerchi maggiorati e controllo degli ammortizzatori Dynamic Damper Control.

    569

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Auto 2016Auto nuoveAuto sportiveMiniMini ClubmanSW Station Wagon
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI