Mini Cooper Works: anteprima

Mini Cooper Works: anteprima

Si può esportare tutta la meccanica sportiva di una Mini da corsa? si, si può, il risultato è la Mini Cooper Works con caratteristiche sportive, interne, esterne e meccaniche che ne fanno una vera puro sangue

da in Anteprima auto, Auto 2009, Auto sportive, Mini
Ultimo aggiornamento:

    Mini Cooper Works

    Si può prendere ad esempio una tranquilla Mini Cooper e farla diventare una vettura da competizione? Si, si può, se da questo momento la chiamiamo John Cooper Works, con un’azione che sembra molto simile a quella avvenuta con la Abarth 500 .

    La Mini Cooper Works a questo punto importando per intero quanto già presente in Mini Challenge 2008 realizza accelerazioni di quasi 7 secondi per passare da 0 a 100 orari in fatto di accelerazione ed una velocità massima di 240 km/h grazie anche al numero cospicuo di cavalli disponibile, 211 con consumi tutto sommato contenuti che consentono all’auto di percorrere quasi 14 chilometri con 1 litro di benzina nel rispetto delle norme antinquinamento, visto che parliamo di motori Euro 5 .

    Nuovo è il cambio, i cerchi in lega leggera da 17 pollici di diametro e gli stessi freni a disco, mentre il motore è un 1.600 cc. di cilindrata e per magnificare le doti di sicurezza stradale, nella Mini Cooper Works figura anche l’ESP ed un nuovo servosterzo; il risultato è un’auto davvero simil da competizione.

    Anche il look è da sportiva, a cominciare dagli interni con sedili sportivi e nuovi accorgimenti che ne amplificano la sportività sia dentro che fuori con prezzi da vera sportiva, visto che si parte da 30.000 euro ma, a quel punto, il balzo con qualche optional a 40.000 è davvero molto semplice da farsi.

    275

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Anteprima autoAuto 2009Auto sportiveMini
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI