Mini Moke, auto per l’estate

Una delle auto per l'estate, negli anni passati, era la Mini Moke

da , il

    moke

    La Mini Moke fu pensata ed introdotta nel mercato nel 1964. La spiaggina inglese sfruttava la meccanica della Mini, mettendo alla luce il progetto Moke. Fu considerata una vetturetta inglese da portare al mare. Tuttavia, la Mini Moke si rivelò un flop sul mercato britannico, dove furono vendute solo 1.500 unità. Si trasferi in Australia per essere prodotta a Leyland, chiamandola Californian. Negli anni ’80 la produzione passa in Europa, in Portogallo, in uno stabilimento della Rover.

    Qui furono prodotte altre 10.000 Moke, prima che la casa inglese cedesse i diritti di produzione della vettura all’imprenditore italiano Claudio Castiglioni, da sempre impegnato nel settore motociclistico. Infatti, le ultime 1.500 Mini Moke furono prodotte nell’impianto della Cagiva e l’auto uscì definitivamente di scena verso la fine del ‘95.

    moke

    La vettura aveva un motore 1,000 di cilindrata, con 39 cavalli circa di potenza. La bellezza della spiaggina inglese era la carrozzeria completamente aperta, come altre vetture simili per l’estate. All’interno dell’abitacolo potevano accomodarsi quattro persone. Oggigiorno la si può trovare usata, con quotazioni che vanno dai 4.000,00 euro fino ai 15.000,00 euro.

    moke

    Basta fare un giro sui maggiori siti internet dedicati alle vetture usate. Pare, comunque, che la Mini Moke debba ritornare a calcare le strade al più presto, così come avevamo affermato anche noi. Ci sono stati dei ritardi ma, pare, che la versione moderna della Mini Moke possa debuttare nel 2013.