NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Mini Paceman Adventure, pick up per gioco [FOTO]

Mini Paceman Adventure, pick up per gioco [FOTO]

La Mini Paceman diventa Adventure, un pick up pezzo unico, realizzato dagli apprendisti che lavorano in fabbrica a Dingolfing e idealmente ispirato dalla Dakar e dall'esplorazione senza confini

da in 4X4, Auto 2014, Concept Car, Fuoristrada e SUV, Mini, Mini Paceman
Ultimo aggiornamento:

    Un esercizio, un gioco. Mini Paceman Adventure nasce così, dalla collaborazione tra apprendisti e tutor nell’impianto Bmw di Dingolfing, senza alcuna velleità di proporre un’ulteriore variante nella gamma del marchio inglese. E’ e resterà un pezzo unico, una one-off da museo. L’idea è stata di trasformare la Paceman, versione coupé del crossover Countryman, in un mezzo che è tradizionalmente caro al pubblico statunitense: il pick-up. Ma è altra cosa rispetto alle forme classiche.

    L’anteriore è la parte che meno viene stravolta rispetto alla versione di serie, se si fa eccezione per la fanaleria supplementare sulla calandra. Inizia a intravedersi l’animo da tuttoterreno votata all’avventura sin dal montante A. Ruota di scorta sul tetto, con altri quattro fari extra, ma anche gomme specifiche Dunlop, con spalla generosa. Poco più dietro, il taglio netto sulla fiancata: addio alla parte finale, largo a un ampio vano scoperto. Si è rinunciato ai due posti posteriori, trasformando la Mini Paceman Adventure in una due posti secchi, ampliando la capacità di carico.

    Certo, la vista di profilo non è delle più affascinanti, con quella linea del tetto mozzata all’altezza del montante centrale.

    Al posteriore, oltre al gancio traino, la Paceman sfoggia il portellone con un diverso ancoraggio in basso, a mo’ di ribaltina, necessaria per l’assenza di quella parte superiore, tradizionalmente punto fermo per l’apertura del vano bagagli.
    A bordo cambiano i sedili, decisamente sportivi quelli Recaro, montati su una slitta che sfoggia il metallo vivo nella parte laterale.

    La tecnica è invariata rispetto alla Mini Paceman Cooper S ALL4, quindi con trazione integrale abbinata al motore turbo benzina 1.6 litri da 184 cavalli.
    In qualche modo, la Adventure è esercizio che mescola l’esperienza vincente alla Dakar, dove le Countryman hanno dominato anche nel 2014, con una carrozzeria insolita. Il risultato è controverso, forse perché scarsa è l’abitudine al pick up in Europa. Di sicuro c’è l’essenza di esperimento, irripetibile, utile a lavorare di fantasia e mettere in pratica le idee dei giovani apprendisti al lavoro in fabbrica a Dingolfing: bel modo di imparare.

    Fabiano Polimeni

    352

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN 4X4Auto 2014Concept CarFuoristrada e SUVMiniMini Paceman
    PIÙ POPOLARI