NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

MiniCatt’ s, auto ad aria compressa

MiniCatt’ s, auto ad aria compressa
da in Concept Car
Ultimo aggiornamento:

    La MiniCat's col suo scopritore

    Liberi come l’ aria, leggeri come il vento… quante cose può fare l’ aria, ma c’è una cosa che ancora non sapevamo, a dar ragione a, Guy Négre, ex ingegnere di Formula Uno, l’ aria, quella che di solito manca, quando ci apprestiamo a fare il pieno di benzina, potrebbe, addirittura, alimentare un’ auto.

    Bene! l’ aria, intanto, ha costo zero, e poi non inquina, anche se, come si fa a dire che non inquina se è già inquinata? Mah, a questo non ci avevamo pensato! La city car progettata dallo scienziato si chiama MiniCat’ s, non è particolarmente accessoriata, è leggera e spartana ed è alimentata ad aria, avete sentito benissimo, a r i a .

    L’ uovo di Colombo
    Non facciamo ironia, molte invenzioni sono nate dalla constatazione di piccole cose che avevamo sotto gli occhi tutti i giorni. Nel caso specifico, l’ intuizione è geniale, che poi si possa mettere davvero in pratica è un’ altra cosa. Intanto vediamone il funzionamento. L’ aria è contenuta in due serbatoi, sotto forma di aria compressa a 300 atmosfere, schiacciando l’ acceleratore, o qualcosa del genere, l’ aria penetra in un motore a quattro cilindri da 800 cc, capace di 25 cavalli, entra nel cilindro e, con la pressione esercitata, comprime in basso il pistone e da quel momento in poi, il motore funziona. Un po’ come avviene nel motore a scoppio, ricordate gli esami di guida? Su un sistema, almeno dinamicamente analogo, funzionerebbe l’ auto ad aria compressa e, a sentire il suo scopritore, toccherebbe la bella velocità di 110 orari e avrebbe un’ autonomia di 200 km.

    Costerà meno che andare in bici
    A proposito, la domanda nasce spontanea.

    Ma dallo scarico che cosa fuoriesce? riflettiamo…. Aria calda no, perché non v’è stata la fiammata, allora aria fredda, certo e pure compressa, utilissima, d’ estate, per raffreddare l’abitacolo. Ok, abbiamo anche l’ aria condizionata dentro, ma non era spartana questa macchina? Vabbe, ma quanto costa fare il pieno in questa vetturetta? Vediamo, si attaccano le bombole alla presa di corrente, quanto costa l’ elettricità al chilovattore, non lo sapete? nemmeno io, però qualcuno giura che fare il pieno nella Mini Cat’s costa solo 1,5 euro, pochissimo… urra!, mi dicono che ci vogliono quattro ore per fare il pieno ma che, una volta eseguito potremo fare 200 chilometri… allora a quanto ammonta il costo al chilometro della vettura?? Vediamo…. Troppo complicato, lasciamo stare! Ci sembra un’ ottima invenzione questa city car, ottima anche per chi l’ ha inventata e ora la fabbricherà e c’è già chi ha acquistato il brevetto, si tratta di una multinazionale che ha fabbriche sparse in tutto il mondo, Italia, compresa, a Frosinone, precisamente, sappiamo anche come si chiama l’ azienda, Eolo Italia, non poteva che chiamarsi così, produce un’ auto ogni mezz’ ora ma fra poco aumenterà la produzione e andrà veloce come il vento, per restare in tema.

    Vediamola nel dettaglio, questa city-car
    Dunque, il costo di esercizio è bassissimo, il costo d’ acquisto, è uguale a quello di una normale utilitaria, la potremo scegliere monovolume, familiare a 6 posti, taxi a 5 posti, pulmino, pick-up… accidenti! La manutenzione è ridottissima, il produttore informa che l’ olio si cambia ogni 60.000 chilometri, anche perché la temperatura del motore non supera i 40°C, tanto bassa che non si usa il normale olio motore ma quello da cucina del supermercato, meglio se un “ primo prezzo “, spendiamo meno. La vetturetta, usa una carrozzeria leggera in fibra e resina resistente che protegge i passeggeri ma, nel prossimo futuro, si useranno carrozzerie in fibra e resina, riciclabili, se ne sta occupando l’ ENEA. I comandi sono posti al volante, come le monoposto da Formula Uno, l’ aria condizionata, abbiamo visto, come la si ricava, per l’ aria calda, si sfrutta quella del motore, che altro dire… A si… il prezzo aggiornato è, chiavi in mano, 10.000 euro, euro più, euro meno.
    Un’ ultima riflessione…. Con quello che ci guadagna lo Stato sulla benzina, questa auto si rivelerebbe una vera e propria maledizione per l’ erario…. E per un’ auto che va ad aria fresca…. Non è che cominciano a tassarci anche l’ aria che respiriamo?

    709

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Concept Car
    PIÙ POPOLARI