Motor Show 2009: focus sulla sicurezza stradale

Al Motor Show 2009 anche un convegno dedicato alla sicurezza stradale

da , il

    Motor-Show-2009-sicurezza-stradale

    Al Motor Show 2009, stamattina alle 10.30 si è tenuto il convegno “Mobilita’ urbana e sicurezza stradale”, dedicato principalmente alle tristi vicende protagoniste delle strade italiane. A moderare il dibattito i promotori dell’iniziativa, tra cui La Regione Emilia Romagna e il centro studi Promotor International, organizzatori della stessa rassegna motoristica. I dati che emergono dal convegno sono rassicuranti, si fa per dire, rispetto alle ultime, allarmanti statistiche sulla sicurezza stradale.

    Gli incidenti stradali sono in diminuzione, considerando l’intervallo di tempo che va dal 2001 al 2008. In particolare si è passati dai 263.100 sinistri registrati nel 2001 ai 240.011 del 2005, fino ai 218.963 del 2008. Alla riduzione del numero di incidenti è seguito un calo dei decessi sull’asfalto. Nel 2001 le macabre statistiche riportavano alla cronaca 373.286 feriti e 7096 morti.

    Si è fortunatamente passati ai 344.858 feriti e ai 5818 morti nel 2005, e alle cifre ulteriormente ridotte negli anni successivi. Nel 2008 si contavano “solo” 310.739 feriti e 4.731 decessi per colpa di un comportamento avventato alla guida. I dati sono in riduzione, ma la sicurezza stradale continua a essere un tema centrale per chi entra nell’universo dei motori, a due e a quattro ruote. Il Motor Show 2009 non poteva che attribuirgli un’apposito spazio dedicato.

    Durante il convegno è intervenuta anche la regione Emilia Romagna, le cui statistiche coincidono con quelle nazionali. “Come Regione lavoriamo costantemente per la messa in sicurezza della rete stradale “, ha commentato Alfredo Peri, assessore alla Mobilita’ e Trasporti, che ha ricordato anche la delicata posizione degli utenti deboli, come pedoni, centauri e ciclisti.