Motor Show 2009: si parla anche di Eco-Incentivi

Al Motor Show 2009 si è tenuta una Conferenza Stampa dedicata al Mercato dell'auto e alla ripresa economica

da , il

    Motor Show Eco incentivi

    Si parla anche di incentivi al Motor Show 2009. L’argomento scottante è stato tirato in ballo durante il convegno “L’auto tra difficolta’ di mercato e vincoli normativi”, tenutosi ieri mattina presso il complesso fieristico bolognese. Il dibattito ha spaziato dallo sviluppo economico e le sue conseguenze sulle immatricolazioni al ruolo degli eco-incentivi, passati ed eventualmente futuri. L’Aci e Gian Primo Quagliano sono dello stesso parere, gli eco-incentivi dovrebbero essere rinnovati fino alla ripresa dell’economia.

    Secondo il centro studi Promotor – centro di ricerca afferente alla società che organizza il Motor Show – per una completa ripresa del mercato dell’auto bisogna aspettare il 2013, quando i valori delle immatricolazioni raggiungeranno quelli del periodo d’oro dell’auto, 1997-2007.

    Ma l’intenzione del governo di rinnovare gli Eco-incentivi riducendo l’entità dei bonus, sarebbe controproducente: “L’entità degli incentivi non può essere ridotta perché l?esperienza del 2008 dimostra che si potrebbe verificare una forte caduta dell?interesse da parte dei consumatori”, ha spiegato Quagliano. I bonus, in pratica, sarebbero conferiti a chi avrebbe comunque acquistato un’automobile, configurando così una spesa inutile per l’erario.

    Enrico Gelpi, Presidente Aci Italia, la pensa allo stesso modo. “Serve una nuova fase di incentivi per consolidare i risultati raggiunti e dare un quadro di riferimento piu’ duraturo alle famiglie e alle case costruttrici”. A essere premiati, però, non dovrebbero essere solo gli acquisti ecologici a quattro ruote. L’Aci suggerisce di incentivare anche le vetture maggiormente equipaggiate in termini di sicurezza stradale.