Motor Show Bologna 2016

Multe: strisce blu salate in provincia di Lecce

Multe: strisce blu salate in provincia di Lecce

Il Comitato "Strisce Blu" ha presentato otto denunce alla Procura di Lecce per capire se la gestione dei fondi dei parcheggi a pagamento sia corretta, dal punto di vista legislativo

da in Codice della strada, Mondo auto, Multe
Ultimo aggiornamento:

    Parcheggio strisce blu multe

    Le strisce blu fanno sempre dannare l’anima agli automobilisti. Uno di questi, residenti in provincia di Lecce, ha cominciato una coraggiosa indagine per far luce su alcune presunte illegittimità da parte di alcune amministrazioni comunali. Per avere più voce in merito, l’automobilista si è rivolto, anche, allo “Sportello dei Diritti”, fondato da Giovanni D’Agata, di IDV, che ha presentato ben otto denunce presso la Procura della Repubblica di Lecce.

    La volontà è quella di appurare la sussistenza di eventuali reati, in merito alla gestione dei proventi ottenuti con le sanzioni amministrative. Secondo gli esposti, tali proventi finirebbero in parte nelle casse delle società concessionarie ed in parte nel posizionamento delle strisce blu in zone, però, che non hanno i requisiti del Codice della Strada.


    Il comitato, nelle pieghe delle denunce, chiede di chiarire che fine hanno fatto e fanno, tutt’ora, le spese delle notifiche dei verbali che riguardano le sanzioni amministrative. Ambedue i casi, fondi delle multe e fondi del parcheggio a pagamento, non vengono gestiti con la trasparenza necessaria, a scapito dei cittadini che si vedono arrivare, a volte, delle multe per alcune infrazioni mai commesse, spesso per mancato pagamento del parcheggio sulle strisce blu.

    Il dubbio è che le sanzioni possano diventare una specie di tributo da affibbiare ai guidatori ed un metodo subdolo per rimpinguare i bilanci esanimi delle amministrazioni locali.

    296

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Codice della stradaMondo autoMulte

    Motor Show Bologna 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI