Navigatori satellitari: rischio Black out!

a fronte di una diffusione sempre più capillare in tutto il mondo di tali dispositivi, la necessità di aggiornare il numero di satelliti sparsi nello spazio che, però, a sorpresa anzicchè aumentare il loro numero, stante le accresciute necessità delle popolazioni

da , il

    Navigatore satellitare

    Il navigatore satellitare è entrato prepotentemente nel corredo delle auto col risultato che sempre più acquirenti al momento di scegliere una vettura si informano sul fatto che possa questa detenere o meno tale innovativo strumento e se non c?è, si ricorre al più pratico e per certi versi navigatore portatile pur di non fare a meno del satellitare GPS.

    Un fatto questo che ha di contro palesato, a fronte di una diffusione sempre più capillare in tutto il mondo di tali dispositivi, la necessità di aggiornare il numero di satelliti sparsi nello spazio che, però, a sorpresa anzicchè aumentare il loro numero, stante le accresciute necessità delle popolazioni, ha diminuito le risorse evitando in certi casi di svecchiare l?attuale rete satellitare, almeno secondo quanto riferito dal GOA, l?Ente che sorveglia la spesa pubblica americana che ha rilevato come il sistema satellitare non ha ricevuto le giuste risorse dall?aviazione militare USA senza aver previsto quell?indispensabile ricambio degli attuali satelliti in orbita con altri più nuovi col risultato che potrebbero essere così pochi il numero di veicoli spaziali atti a garantire il servizio reso dai navigatori satellitari che già a partire dal prossimo anno si potrebbe palesare nei casi estremi un?interruzione del servizio.

    Il GAO descrive così la faccenda: Nel corso degli ultimi anni, l?Air Force ha cercato a fatica di costruire i satelliti per il GPS mantenendosi entro i limiti di spesa previsti, ma ha incontrato problemi tecnici significativi tali da mettere a rischio i tempi di consegna. [?] Così, l?attuale programma per i satelliti di tipo IIF ha superato la stima dei costi iniziali di circa 870 milioni di dollari e il lancio del primo satellite è stato rinviato al mese di novembre 2009, accumulando un ritardo di circa 3 anni.

    Dovremo immaginare un futuro senza GPS nel prossimo futuro?