Nissan, accordo in Giordania per mobilità a emissioni zero

La casa costruttrice giapponese Nissan ha firmato un accordo con il Regno Hascemita di Giordania per la promozione e lo sviluppo della mobilità ad emissioni zero, in particolare con la Nissan Leaf

da , il

    Nissan, accordo in Giordania per mobilità a emissioni zero

    Dopo l’accordo con il governo dello Stato americano delle Hawaii, Nissan ha siglato un nuovo memorandum d’intesa con il Regno Hascemita di Giordania per la promozione e lo sviluppo della mobilità a emissioni zero nel Paese. E’ la prima partnership di questo tipo nella regione araba ed è stata siglata dal ministro dell’Ambiente giordano Hazem Malhas e dal Corporate Vice President di Nissan Motor Gilles Normand. Alla cerimonia hanno preso parte anche il primo ministro Samir Rifai e l’ambasciatore giapponese in Giordania Tetsuo Shioguchi.

    Nell’ambito dell’accordo la Nazione e la casa costruttrice si impegneranno a promuovere la diffusione dei veicoli elettrici come soluzione sostenibile per la mobilità, aiutando inoltre il Regno ad affrontare problemi fondamentali come l’indipendenza energetica, le emissioni di CO2 e la salvaguardia dell’ambiente. L’auto che risponde a queste esigenze è la vettura elettrica Nissan Leaf.

    «L’introduzione delle auto elettriche – ha dichiarato il ministro Hazem Malhas – presenta numerosi vantaggi non solo per l’ambiente, ma anche dal punto di vista economico, sociale e della sicurezza nazionale. Compiendo questo passo coraggioso e lungimirante, la Giordania si candida a diventare un leader nella mobilità a emissioni zero fra i territori arabi».

    Il vicepresidente Gilles Normand ha affermato: «Ci fa piacere constatare che la Giordania e la sua popolazione condividono il nostro intento: fare in modo che la mobilità a emissioni zero diventi presto realtà. L’auto elettrica Nissan LEAF concentra tutte le tecnologie fondamentali per rispondere alle esigenze e raccogliere le sfide della mobilità del XXI secolo».