NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nissan: la lotta all’inquinamento anche con il risparmio idrico

Nissan: la lotta all’inquinamento anche con il risparmio idrico

La lotta all'inquinamento passa anche per il risparmio di energia utilizzata per costruire le auto e di elementi ricavati dal pianeta nei processi di lavorazione; Nissan sta obbedendo al meglio a questa filosofia

da in Blocco traffico, Mondo auto, Nissan
Ultimo aggiornamento:

    La Nissan Qashqai

    L’auto non incide sulle sorti del pianeta solo con l’inquinamento derivante dall’utilizzo che ognuno fa della propria vettura, una fase importante degli effetti dell’automobile sull’ecosistema si ha anche in fase di produzione del singolo modello che, se consideriamo il numero di vetture che vengono prodotte nel mondo, anche solo pensando alla grande energia richiesta per completare l’intero ciclo produttivo, significa imprimere un sonoro “schiaffo” all’ambiente.

    Proprio per questo, non vi sarà riguardo per il pianeta se solo l’attenzione sarà riservata alle emissioni inquinanti trascurando tutto il resto, ma oggi, negli sforzi dei produttori volti ad inquinare sempre meno, non si potrà non tenere in considerazione anche quelli fatti da Nissan che ha attivato un nuovo processo di riciclaggio dell’acqua nel suo stabilimento spagnolo di Baarcellona che consentirà alla Casa giapponese di risparmiare qualcosa come oltre 21 milioni e mezzo del prezioso liquido.

    Insomma, col programma “Nissan Green Program 2010”, la Casa nipponica avrà impiegato il 20% di acqua in meno rispetto al 2007, da una parte, mentre dall’altra l’attenzione è ancora una volta ai livelli di CO2 immessi nell’atmosfera, ma, stavolta, generati direttamente dagli stabilimenti, una quota questa che Nissan si è impegnata a ridurre notevolmente e, per farlo, persegue anche la via del riciclaggio.

    Il sistema di risparmio idrico è relativamente semplice, ovvero consiste in un elaborato programma che prevede la verniciatura delle vetture, quasi un migliaio al giorno, utilizzando un dato quantitativo di acqua, la stessa che andrà poi filtrata e riutilizzata, col risultato che si risparmieranno qualcosa come ben 4.000 litri d’acqua al giorno, cui si aggiunge l’energia in meno richiesta per la lavorazione, visto che col filtro in funzione si riduce di una ottantina di tonnellate all’anno i fanghi industriali di lavorazione; il tutto senza mai penalizzare il risultato finale.


    Riusciranno, a breve, anche gli altri produttori a imitare il procedimento di Nissan, a cui vanno fatti tanti elogi? Speriamo!

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Blocco trafficoMondo autoNissan
    PIÙ POPOLARI