Nissan: leader nella costruzione di auto a basso impatto ambientale e non solo

Brava Nissan inquina poco e così anche lo stabilimento

da , il

    Stabilimenti Nissan

    Come detto più volte, le auto non inquinano solo quando si muovono, ma la necessita dell?energia per produrle, per smaltirle e le relative emissioni inquinanti proseguono fino alla rottamazione dell?auto, ecco il senso da dare a quelle Case automobilistiche in grado di limitare l?inquinamento prodotto dalle loro vetture indipendentemente dall?utilizzo e ciò potrà essere fatto solo scegliendo materiali a basso impatto ambientale.

    Leader in questo ambito è Nissan che è stata premiata dai vari Ministeri nipponici con la lettera ?S? che certifica il massimo dei voti per le auto prodotte dal marchio del Sol Levante nella classifica CASBEE?Comprehensive Assessment System for Building Environmental Efficiency) un sistema utilizzato anche nell?edilizia per stabilire quanto un edificio sia eco-compatibile.

    Ma tale riconoscimento non riguarda solo le auto del marchio ma anche i suoi stabilimenti come quello sito in Giappone con una superficie di 118.000 mq ed in grado di accogliere 2.000 persone. Secondo i parametri stabiliti, un edificio dovrà avere la capacità di trattenere al massimo il calore senza disperderlo, fatto che consente di risparmiare energia e dovrà essere caratterizzato da basse emissioni di CO2 mediante i sistemi atti a riscaldare l?edificio, oltre ad una particolare disposizione rispetto ai raggi solari al fine di trarre calore massimizzandolo per tutta la superficie dell?edificio.Infine dovrà fornire le giuste superficie per il ricircolo dell?aria.

    Insomma, Nissan non è soltanto leader per la costruzione di auto a basso impatto ambientale, ma è tale anche nelle strutture che provvedono alla realizzazione dei prodotti finiti pronti ad essere commercializzati.