Nissan Leaf: record di prenotazioni

La Nissan ha prodotto un'auto completamente elettrica e l'ha chiamata Leaf

da , il

    Nissan

    Il successo dell’auto elettrica pare non avere più ostacoli. Dopo che le varie case automobilistiche, specie quelle giapponesi, hanno deciso di tuffarsi in questa fetta di mercato, le vetrine mondiali dell’automobile fanno a gara per avere i loro modelli. L’ultima occasione è, senza dubbio, il Salone di Pechino, dove si sono affacciati i produttori più coraggiosi, per illustrare tutti i loro sforzi nel settore delle vetture elettriche. Ne è una testimonianza lampante la Nissan, che ha portato in Cina diversi modelli, tra cui la Leaf. Non è la prima volta che si parla di questa vettura, ma questa volta vogliamo testimoniare l’enorme successo che sta registrando.

    In Giappone, infatti, i dati sulle vendite fanno balzare agli occhi che la Nissan Leaf è una vettura richiestissima, con più di 4.000 prenotazioni pervenute alla casa madre. Sta per essere raggiunto l’obiettivo di vendite per l’anno solare, che era stato prefissato in almeno 6.000 unità. Andando di questo passo, il limite sarà, di sicuro, superato.

    L’esterno - Quest’auto elettrica ha affascinato subito per la sua linea, per i suoi interni, filanti, ma, soprattutto, per le zero emissioni nocive. Per il momento le prenotazioni possono essere evase solo negli Stati Uniti, in Europa e, ovviamente, in Giappone. Il costo di questa auto elettrica è competitivo: in Giappone, infatti, la vettura costa 24.000,00 euro, inclusi gli incentivi statali.

    Motore - Per quanto riguarda la motorizzazione, anche in questo caso la Nissan ha stipulato una collaborazione con un’altra casa: l’europea Renault. È il segno che la tecnologia del vecchio continente, comunque, risulta essere appetibile anche a quei Paesi che sono depositari di conoscenze d’avanguardia, come lo può essere appunto il Giappone. Il propulsore è paragonabile ad un 1.6 cc e, dunque, può raggiungere una potenza di circa 120 Cv. Motore elettrico che può essere ricaricato totalmente in otto ore a costi estremamente ridotti.